Bancomat, fare spesso questa cosa fa scattare il Fisco

Bancomat e conto corrente, massima attenzione a questa situazione. In molti la possono considerare innocente ma vi metterebbe in realtà nei guai

conto corrente
Bancomat (Getty Images)

Usare un bancomat è oggi un’operazione estremamente semplice e scontata per chiunque, tuttavia non proprio tutti hanno appreso l’importanza di alcune azioni e soprattutto le conseguenze eventuali. Alcune di queste, infatti, potrebbero far scattare il Fisco per una verifica. Insomma: una situazione non proprio piacevolissima.

Scenario che si staglia in genere o quando si muovono cifre corpose in una mossa, oppure quando un’azione viene ripetuta numerose volte in un breve arco temporale che può essere anche di un mese. Sebbene si è da soli davanti a una macchina, in realtà in quei momenti vi stanno osservando molte più persone di quanto non possiate immaginare.

Bancomat, il gesto che può metterti nei guai 

conto corrente
Carte bancomat (© Getty Images)

Un gesto che viene osservato parecchio è per esempio la ricarica di contanti presso gli sportelli. Per un motivo ben preciso: potrebbe significare riciclaggio di denaro. Considerando che si può ricaricare una carta anche on line da una all’altra, ffarlo manualmente più e più volte vien visto con con sospetto. Non importa posizioni, guadagni o altro: se vi è la segnalazione, lo scenario si staglierà inevitabilmente.

Leggi anche: Moneta da 2€, c’è lei al posto di Dante? Potete venderla

Leggi anche: Gratta e Vinci, questo biglietto non conviene: vincere è un’impresa

E questo aumenta ancor di più qualora questi soldi dovessero avere una dubbia provenienza, quindi non prelevati per esempio da una carta e immessi subito dopo sull’altra. Massima attenzione dunque: se non volete ritrovarvi in una spiacevole situazione, soprattutto se non avete colpe, riguardatevi dal ricaricare più volte contanti su una carta. E’ consigliato fare operazioni sempre tracciabili, come bonifici o giroconti. Non scherzate troppo con gli sportelli Atm: non sottovalutateli.