Decreto Energia, arriva il bonus luce e gas: cosa prevede e come riceverlo

Il governo ha varato il decreto Energia per far fronte ai rincari imminenti di luce e gas: tagli per tutti e bonus maggiori per alcune categorie

Bollette
Pixabay

Il 23 settembre il governo ha approvato il decreto Energia in previsione degli aumenti imminenti delle bollette di luce e gas. L’aumento del costo dell’energia provocherà a breve un’incremento delle bollette. Per questo motivo, il governo ha provveduto a varare il decreto che prevede provvedimenti per tutti e maggiori interventi per alcune categorie di cittadini.

Bonus gas e luce dal 1 ottobre

canone rai
(pixabay)

Per quanto riguarda i provvedimenti valevoli per tutti i cittadini, il decreto, in vigore dal 1 ottobre, prevede il taglio totale degli oneri di sistema sia per le bollette della luce che per il gas. Inoltre, per quanto riguarda l’Iva, ci sarà un taglio per la bolletta del gas che la porterà al 5%. Questi tagli saranno in vigore fino al 31 dicembre 2021. Per quanto riguarda poi gli interventi ulteriori destinati soltanto ad una determinata cerchia di cittadini, il decreto ha previsto dei bonus sia per la luce che per il gas. Il bonus va ad aggiungersi al bonus sociale per luce e gas già esistente per determinate categorie di persone o famiglie. Per riceverlo non bisogna superare la soglia Isee di 8.265,00 euro.

Leggi anche: Cashback, ritorna il programma: ecco le novità

A favore delle famiglie più numerose è prevista una soglia fino a 20.000 euro. Per ottenere questo bonus non sarà necessario effettuare alcuna domanda. Per quanto riguarda i tagli di oneri di sistema e dell’Iva, avverrà tutto in automatico sulle bollette che fanno riferimento al trimestre ottobre/dicembre.

Leggi anche: Postepay, se noti questa cosa non prelevare: ti rubano tutto

Per quanto concerne i bonus sociali luce e gas, basterà soltanto presentare l’Isee presso un Caf. Sarà poi compito di un ente, l’Arera, predisposto dal governo ad occuparsi di valutare i destinatari dei bonus e i rispettivi importi. I bonus vanno da un minimo di 128 euro, ad un massimo di 177 euro.