Superbonus 110% fino al 2023, ora è ufficiale: novità per l’assegno unico

La Nota di aggiornamento al Def ufficializza il superbonus 110% fino al 2023. Prorogato il termine per la scadenza dell’assegno unico

Superbonus
Pixabay

L’approvazione della Nota di Aggiornamento al Def ha portato alla proroga ufficiale fino al 2023 del superbonus 110%. Un’iniziativa che sta permettendo e permetterà di riqualificare e mettere in sicurezza tanti edifici dando l’opportunità di lavorare a tantissime imprese del settore. Il superbonus 110% permetterà anche di migliorare gli edifici sotto il profilo energetico portando ad un abbassamento dei consumi. L’ufficialità arriva dopo l’anticipazione dell’ex premier Giuseppe Conte che a margine di uno degli eventi legati alla campagna elettorale ha rivendicato il provvedimento varato appunto dal governo Conte 2.

Superbonus 110%, i vantaggi per il paese

Superbonus
(pixabay)

Oltre al fattore della spinta economica del settore edilizio, il superbonus 110% permette anche di migliorare la sicurezza degli edifici. Il cambiamento climatico, infatti, sta portando ad una maggiore erosione delle strutture più esposte degli immobili che, in qualche occasione, è sfociata in incidenti anche molto gravi ai passanti.

Leggi anche:  Cashback, ritorna il programma: ecco le novità

Nella Nota di Aggiornamento al Def c’è spazio anche per l’assegno unico per i figli. L’iniziativa è ancora alla prima fase di implementazione. L’obiettivo è arrivare alla semplificazione dei provvedimenti a sostegno delle famiglie con figli a carico. Man mano l’assegno unico sostituirà tutti i provvedimenti sociali in materia.

Leggi anche: Postepay, se noti questa cosa non prelevare: ti rubano tutto

La Nadef, al momento, prevede la proroga del termine di scadenza della richiesta dell’assegno unico, portato al 31 ottobre. Le famiglie in ritardo, quindi, hanno ancora tempo un mese per richiedere l’assegno.