Proroga Assegno temporaneo: arriva l’annuncio dell’Inps

Assegno temporaneo, arriva un’importante novità per quanto riguarda la misura ponte in vista dell’assegno unico. Ecco cosa ha comunicato l’Inps

assegno
(pixabay)

E’ stata prolungata la scadenza per la retroattività dell’assegno temporaneo: ad annunciarlo è direttamente l’Inps attraverso una circolare. Con data inizialmente fissata al 30 settembre, questa è stata prorogata fino al prossimo 31 ottobre. Entro quest’arco temporale sarà possibile far richiesta per il contributo statale e recuperare anche le mensilità a partire dallo scorso luglio quando è la misura è ufficialmente subentrata.

Assegno temporaneo, la circolare dell’Inps

(Facebook)

Ecco quanto si legge nel comunicato: “Per favorire l’afflusso delle domande per l’assegno temporaneo e consentire il beneficio degli arretrati da luglio, è utile la proroga del termine di legge del 30 settembre, portato al 31 ottobre (pur essendo già possibile presentare domanda anche successivamente ed entro il 31 dicembre, ricevendo l’assegno a decorrere dal mese di presentazione”.

Leggi anche: Pensioni, come ottenere il cedolino senza Spid

E ancora: “Alla data di ieri, 28 settembre, le domande pervenute risultano 492.000 pari a 853.000 assegni per minori. In relazione a questi ultimi, sono stati pagati 328.000 assegni e oltre 200.000 sono già stati autorizzati al pagamento. Inoltre, entro il prossimo 5 ottobre è prevista l’autorizzazione al pagamento di ulteriori 180.000 assegni, a termine delle verifiche della compatibilità con gli ANF”.

Leggi anche: Bonus genitori separati: come ottenere 800€ al mese

L’ente ricorda infine che tale soluzione è una misura ponte in vista dell’assegno unico che giungerà nel 2022, il quale aprirà per la prima volta al beneficio dell’assegno anche lavoratori autonomi, disoccupati e privi di reddito. La domanda si può fare sul sito dell’Inps, attraverso la propria area, inserendo semplicemente i codici fiscali di genitori e minori e l’Iban dell’accredito. Per qualsiasi necessità è possibile appellarsi a un caf o patronato. Una misura che apre scenari importanti in vista del nuovo 2022 ormai in arrivo.