Attenzione a come ricaricate la batteria del vostro smartphone

Tutti abbiamo almeno uno smartphone e ci dobbiamo regolarmente ricordare che la sua batteria va ricaricata. Ma esistono alcuni comportamenti sbagliati che sarebbe meglio evitare

pixabay

Potremmo coniare il detto dimmi come ricarichi la batteria dello smartphone e ti dirò chi sei. Battute a parte, il cellulare va tenuto carico ma bisogna anche tenere presente alcune caratteristiche di costruzione che, con comportamenti sbagliati, rischiamo di compromettere.

Tra i modi per far sì di avere uno smartphone funzionante più a lungo c’è sicuramente il non lasciare che si accumulino troppi file e applicazioni. Uno smartphone con una memoria satura lavora male.

Ma anche una batteria che non funziona bene può compromettere l’utilizzo dello smartphone. Motivo per cui abbiamo messo insieme alcuni consigli per far sì che vi prendiate cura anche della batteria.

Batteria smartphone, cose da non fare

pixabay

Di solito, una delle cose di cui ci si rende conto con gli smartphone più vecchi è che la carica della batteria sembra durare pochissimo. Probabilmente, però, non è soltanto una impressione ma il frutto di una gestione errata dei tempi di ricarica.

Un primo comportamento sbagliato è quello di tenere il telefono in carica tutta la notte. Anche se alcuni modelli molto recenti autogestiscono l’afflusso di carica verso la batteria, per esempio gli ultimi iPhone, la stragrande maggioranza degli smartphone non è in grado di dire automaticamente basta all’energia elettrica in ingresso. Rimanendo collegato anche oltre il necessario, la batteria lavora più del necessario e a lungo andare perde potenza.

In più, sarebbe bene evitare che il telefonino si scarichi del tutto o che venga caricato sempre al 100% per non inficiare le prestazioni degli ioni di litio. Anche perché, una batteria con problemi rischia anche di esplodere e rilasciare nello smartphone sostanze pericolose. Per tenere d’occhio le condizioni della batteria del vostro smartphone, quindi, periodicamente tiratelo fuori dalla cover che sicuramente avete comprato per proteggerlo e assicuratevi che non vi siano sul retro zone rigonfie o tracce di corrosione lungo la scocca.

Leggi anche: Vecchie lire, questa vale quasi 10.000€: la conosci?
Leggi anche: Assegno temporaneo, decadono domande approvate: i motivi

Nel caso in cui notiate che il vostro telefono presenta un rigonfiamento nella parte posteriore è bene recarvi in un centro assistenza in cui potrete avere la sostituzione della batteria.