Cashback, possibile sorpresa in arrivo per i 1.500€?

Cashback, attenzione al possibile colpo di scena per quanto riguarda i 1.500 euro del supercashback: ecco cosa potrebbe accadere 

bancomat
Pagamento con carta (©Getty Images)

Erogati tutti i 150 euro di bonus cashback, eccezion fatta per quelli che hanno sbagliato o modificato l’Iban che lo incasseranno solo successivamente, si avvicina sempre più il momento del supercashback con i 1.500 euro. Questi saranno distribuiti ai 100.000 meritevoli che si sono aggiudicati il piazzamento dopo una maratona lunga, folle ed estenuante durata da gennaio fino allo scorso luglio.

Cashback, possibile colpo di scena per i 1.500€?

cashback
Pagamento con carta (©Getty Images)

Adesso, cristallizzata la classifica, si attende il periodo del pagamento dopo il cambio data per dar priorità a bonus e sussidi per le categorie in difficoltà. Così invece di fine agosto come da programma iniziale, tale tesoretto è atteso entro novembre salvo nuovi ma improbabili ribaltamento di fronte. La questione è che da qui al giorno dei pagamenti potrebbe esserci una grande e clamorosa sorpresa: una modifica della classifica dopo i controlli per stanare furbetti e imbroglioni che hanno abusato del sistema.

Leggi anche: Gratta e Vinci, attenti: questo tipo di biglietto non conviene

Stando a quanto annunciato dal Ministero dell’Economia, si sta sfruttando questo periodo di sosta per analizzare nel dettaglio lo scenario e osservare le transazioni sospette al fine di stornare quelle considerate strategiche e non reali. Un esempio? Le transazioni a singhiozzo presso i benzinai solo per accumulare, o acquisti strategici in uno stesso negozio amico sempre per scalare la graduatoria.

Leggi anche: Monete rare, controlla se hai questo 2 euro: vale un botto

Se così fosse davvero, la classifica potrebbe sorprendentemente cambiare entro fine anno quando giungerà la pioggia di pagamenti. Qualcuno potrebbe subire dei tagli e ritrovarsi con delle transazioni in meno al momento decisivo, perdendo la posizione necessaria e di conseguenza anche il super premio. Questo, quanto meno, è quanto annunciato dal governo. Sarà vero? Ai posteri l’ardua sentenza. Sullo sfondo, inoltre, ci sono anche i reclami che pure potrebbero smuovere leggermente il quadro generale.