Messaggi vocali Whatsapp: sorprendente novità in arrivo 

E’ una tecnologia ancora sperimentale di riconoscimento vocale, per il momento legata solo ai sistemi IOS

WhatsApp, arrivano nella Beta iOS e Android le foto in HD
Pixabay

I messaggi vocali WhatsApp permettono una serie di facilitazioni nella comunicazione; si possono inviare mentre si passeggia, mentre si guida, senza la necessità di digitare o guardare la tastiera. Certo, in tutta una serie di occasioni possono essere imbarazzanti. Ad esempio, ascoltare un messaggio privato in metropolitana se si è sprovvisti di auricolare non è cosa consona alla situazione.

Molti utenti non ascoltano per principio i messaggi vocali, proprio perché disturbati dall’eccessiva invasività nell’ambiente in cui ci si trova. Per questo WhatsApp sta cercando di implementare una nuova tecnologia di riconoscimento vocale, per cui i messaggi vocali possono essere presto trascritti in testo. In questo modo si risolverebbe sia il problema di rispondere ai messaggi mentre si stanno facendo altre cose, sia quello della privacy per gli utenti sforniti di auricolare.

Leggi anche: L’hai mai vista? Questa Postepay particolare vi spiazzerà

Messaggio WhatsApp in versione testuale, come funziona

Finto messaggio INPS, attenzione alla nuova truffa con lo SMS
Pixabay

A qualcuno potrebbe sorgere un dubbio: ma la dettatura vocale gia esiste, che differenza c’è? Sì, è vero, in molti smartphone, principalmente Apple, esiste già la dettatura vocale, che consente di trasformare con la propria voce un messaggio vocale in testo. Ma non è il riconoscimento vocale, è dettatura. Ciò significa che l’utente deve parlare con molta lentezza, segnalare vocalmente le virgole e tutta la punteggiatura. Non vi è riconoscimento sintattico.

La trasposizione vocale, invece, implementa i sistemi di intelligenza artificiale, per cui viene riconosciuta la voce del proprietario del telefono, studiate le pause ed il modo di parlare, e tradotta la voce in messaggio scritto correttamente in piena autonomia.

Leggi anche: Reddito di cittadinanza, cosa ne pensano gli schieramenti politici

La tecnologia è ancora in fase di sperimentazione, per ora solo per i sistemi IOS, poi si vedrà per gli Android.