Bancomat, fermati se vedi questa cosa: ti clonano la carta 

Bancomat, è allarme presso i vari sportelli dove preleviamo ogni mese: attenzione a quest’oggetto che potrebbe rovinarvi 

bancomat
(pixabay)

Urge sempre estrema attenzione quando si parla di bancomat, perché in queste piccole carte ci sono spesso e volentieri le nostre vite con anni di sacrifici. Lo stipendio, i risparmi di una vita o soldi messi da parte per adempiere a doveri imminenti: in qualunque di questi casi, un furto via clonazione sarebbe una mazzata devastante per chiunque. Ecco perché è doveroso informarsi e cautelarsi per evitare truffe del genere che avvengono soprattutto dove non te l’aspetto: proprio in banca.

Bancomat, attenzione alle trappole clonazione 

Del resto, quando si sente parlare di una carta clonata, viene sempre da pensare a un acquisto on line effettuato sulla piattaforma sbagliata o magari tramite un virus scaricato sul proprio pc e telefono. E invece non è così: essere vittima di una clonazione, infatti, può avvenire anche presso la stessa filiale. Come? Manomettendo lo sportello, lì dove ci rechiamo puntualmente per prelevare i nostri contanti.

Leggi anche: Bancomat, lo fai spesso? Questo errore comune smagnetizza la carta

Leggi anche: Monete rare, controlla se hai questo 2 euro: vale un botto 

Uno degli oggetti che rende possibile tutto ciò è il famigerato skimming, nonché un lettore che si va a sovrapporre a quello autentico ma con la finalità di copiare tutti i dati. Pertanto se notate spazi strani nell’inserimento o una struttura traballante e non proprio convincente, è il caso di estrarre subito la carta senza procedere con le operazione e allertando subito l’istituto di riferimento. Diversamente, invece, finireste nella trappola senza più margini di ritorno. Il video di seguito vi schiarirà ulteriormente le idee.