Inps, la conferma ufficiale: grossa novità da ottobre 

L’Inps conferma il tutto attraverso un annuncio: ci sarà una novità importante dal prossimo mese. Attenzione a non farvi trovare impreparati 

(Facebook)

Ora è confermato: anche l’Istituto nazionale della previdenza sociale va dritto verso una digitalizzazione dei suoi sistemi. Una soluzione doverosa per prestare al passo con i tempi e dalla duplice funzionalità: la sicurezza da una parte, l’immediatezza dall’altra. Perché come annunciato dall’Inps attraverso la propria pagina social, è confermata la transizione che porterà all’addio del classico pin per accedere alla propria area personale nella piattaforma on line.

Inps, addio al pin: confermato il cambio 

Al suo posto, piuttosto, ci saranno tre nuove modalità di accesso. Ovvero lo Spid, la Cie e la Cns. Parliamo rispettivamente del sistema pubblico di identità digitale, della carta di identità elettronica e della carta nazionale dei servizi. Basterà una di queste per effettuare l’accesso, ma sarà soprattutto lo spid ad avere un ruolo centrale per sveltezza e semplicità.

Leggi anche: Buoni fruttiferi Poste: che cifra matura con 1.000€ di partenza?

Tale passaggio era in realtà previsto per lo scorso 1 settembre, salvo poi rimandare l’appuntamento a un mese dopo. E ora, in effetti, tale cambio è confermato senza alcuna nuova proroga. “Dismissione del PIN INPS, in favore delle identità digitali SPID, CIE e CNS. Fino al 30 Settembre 2021 è consentito l’accesso ai servizi online di rispettiva competenza mediante PIN con tutti i profili”, si legge infatti sulla pagina Facebook.

Leggi anche: Postepay, c’è una cosa sul tuo pin segreto che non sai 

Bisognerà attrezzarsi pertanto: senza uno di questi elementi, ora non sarà più possibile accedere all’area e monitorare stati e sviluppi delle proprie pratiche. Il consiglio è di provvedere in questi giorni per non farsi trovare impreparati, magari recandosi per esempio in un ufficio postale dove si può tranquillamente realizzare lo Spid con l’aiuto di un operatore.