Bancomat, grossi disagi per molti italiani: cosa sta succedendo

Parecchi bancomat non funzionano o non effettuano operazioni correttamente. Perchè?

Bancomat
(Getty Images)

Il prelievo di contanti al bancomat è una consuetudine pluridecennale. Anche se da parecchi anni la moneta elettronica ha preso il sopravvento su quella cartacea, è sempre utile portare con sé del denaro contante e non rimanere con il portafogli vuoto. Ma, a differenza del passato, i bancomat sono sempre meno e spesso fuori servizio prolungato, perché?

I bancomat sono una spesa per gli istituti di credito. Devono essere caricati e si deve effettuare periodica manutenzione. Dal 1° luglio Ing ha chiuso 63 casse automatiche sul territorio italiano, e anche la Fineco sta chiudendo i conti correnti con troppi liquidi.

L’avvocato Antonio Pinto, dirigente di Confconsumatori, spiega ai microfoni di “Il Giornale”: “Quella di Ing è una scelta di riduzione dei propri costi per aumentare i margini della banca, scelta che però va a scapito sia dell’operatività da parte del cliente (ad esempio per versare assegni il cliente dovrà inviarli a mezzo posta, preferibilmente con assicurata e non sarà possibile versare contanti ovviamente) e sia dei maggiori costi che il cliente subirà (essendo costretto a usare gli ATM di altre banche con i costi relativi)

Leggi anche: Pensioni, dopo Quota 100 si troverà “una soluzione equilibrata”

I Bancomat spariti

bancomat
(Getty Images)

Dal 2019 sono spariti 831 sportelli, pari al 3,4% su tutto il territorio nazionale. Il 2020 è stato l’anno della cancellazione degli ATM. Secondo i dati della Banca d’Italia, nel belpaese c’è una banca ogni 2.522 abitanti e in 2.802 comuni non vi è alcun istituto di credito.

Leggi anche: Il bancomat regala soldi? Ecco quando potrebbe capitare

La situazione viene meglio spiegata ad Adnkronos da Gareth Shaw, esperto del settore.”Queste cifre mostrano l’entità dei danni causati dalla pandemia al già fragile sistema di cassa e raccontano le conseguenze che questo determina sui consumatori che cercano di prelevare contanti. Mentre molte persone possono effettuare operazioni bancarie digitali, milioni di altre persone non sono ancora pronte o in grado di farlo”.