Bancomat, occhio a questo messaggio prima del prelievo

Bancomat, hai mai notato questo messaggio che appare prima di prelevare? In molto lo sottovalutano ma è importantissimo

Bancomat
Donna al bancomat (©Getty Images)

Quando preleviamo ormai andiamo di getto poiché abituati a quell’operazione che ripetiamo innumerevoli volte durante l’anno. Ormai non c’è nemmeno più bisogno di leggere passaggio per passaggio poiché viene tutto d’istinto in quanto assorbito, ma andiamo dritti all’obiettivo finale: prelevare contanti. Il più possibile a seconda di limitazioni e disponibilità, affinché non si ritorni poco dopo.

Bancomat, il messaggio donazione pre prelievo

Bancomat
(Getty Images)

Ciò che non tutti notano, tuttavia, è un messaggio che appare spesso nelle macchine di Intesa San Paolo relativi a poco prima del prelievo. Quando si è ormai a ridosso dall’ottenere la cifra desiderata, infatti, appare un testo che in molti nemmeno leggono nel completo ma si limitano alla domanda principale piuttosto eloquente: vuoi donare 1€?

Leggi anche: Sorpresa Gratta e Vinci: grossa novità in Italia dopo il furto

La risposta, nella maggior parte delle volte, è negativa. Tuttavia non manca chi, a monte di quella somma enorme che solitamente può ritirare serenamente, non disdegna da un piccolo regalo che potrebbe essere invece fondamentale per qualcun altro. Ma di cosa si tratta nello specifico? Per chi non lo sapesse è un’iniziativa, una partnership, tra la banca e la Caritas a sostegno delle famiglie in difficoltà soprattutto in piena pandemia.

Leggi anche: Hai ancora una 100 lire? In questo caso vale 3.000 euro

Ogni singola donazione permette di offrire prodotti alimentari di prima necessità tramite il progetto “Emergenza Coronavirus: al fianco delle famiglie in difficoltà, un piatto alla volta”, attivo sulla piattaforma forfunding.it. Per questa nobilissima causa si chiede pertanto una parte infinitamente piccola dei nostri risparmi, affinché anche chi non ha avuto le nostre stesse fortune possa vivere in maniera quanto meno dignitosa. E tutti, almeno una volta, dovremmo rispondere presente. Domani potremmo essere noi dall’altra parte.