Gratta e Vinci derubato, arriva il clamoroso epilogo

Gratta e Vinci rubato a Napoli, c’è il sorprendente colpo di scena finale sull’assurda vicenda. Ecco cosa è successo in queste ore 

Gratta e Vinci
Gratta e Vinci

E’ virtualmente finita: ormai completamente spalle al muro tra registrazioni video e audio del furto e della tentata estorsione ai danni dell’anziana, Gaetano Scutellaro – nonché l’autore dello scippo del Gratta e Vinci da mezzo milione di euro – si scusa. Ad annunciarlo è il legale dell’uomo, Vincenzo Strazzullo, intervenuto ai microfoni di AdnKronos.

Gratta e Vinci rubato, l’annuncio dell’avvocato 

Gratta e vinci
(pixabay)

“Si scusa con tutti, soprattutto con la signora anziana, ha pianto tanto. E’ una persona che sta molto male, è in carcere e non riesce a ricordare i fatti. Secondo me è gravemente malato, avrò domani le sue cartelle cliniche che inoltrerò al magistrato che procede all’interrogatorio”, ha riferito il legale all’agenzia di stampa.

Leggi anche: Colpo Gratta e Vinci: punta 10€ e vince un tesoro

Cosa succederà adesso? Gli scenari, stando a questo punto, potrebbero risolversi a favore dell’anziana molto più velocemente di quanto temuto a un certo punto. Perché se si fosse innescata una causa giudiziaria come si prospettava quando il 57enne ha provato a ribaltare la situazione con una versione differente, a quel punto la vicenda si sarebbe potuta trascinare anche per parecchi anni considerando le tempistiche italiane.

Leggi anche: Gratta e Vinci, scoperta choc sulle vincite di questi anni

Adesso, però, chissà che il tutto non possa subire una forte accelerata considerando la totale dimostrazione dei fatti che vede la signora vittima e l’uomo carnefice prima con un furto e poi con una richiesta di denaro per la restituzione del biglietto. L’intera Italia è col fiato sospeso sperando che quei 500 mila euro possano andare quanto prima nelle mani della 70enne, la quale, baciata dalla dea bendata, ha tutto il diritto di goderne.