Bancomat, attento se c’è quest’oggetto: ti clonano la carta

Quando preleviamo del denaro in contante in uno sportello ATM facciamo sempre attenzione, dei malviventi potrebbero clonarvi la carta in poche semplici mosse

Bancomat
(Getty Images)

Quasi la totalità degli italiani, al giorno d’oggi, possiede una carta di credito o bancomat con cui effettuare i più svariati tipi di acquisti.

In Italia i vari Governi che si sono susseguiti, per ultimo i governi Conte e Draghi, hanno messo in campo varie misure per agevolare i pagamenti con carta per combattere, in questo modo, il primo nemico del Fisco: l’evasione fiscale.

In questo articolo focalizzeremo l’attenzione su uno dei metodi che i criminali usano per clonare il proprio bancomat e vedremo insieme come evitare questo tipo di truffa.

Bancomat, ecco come evitare la clonazione della carta

bancomat
(Getty Images)

Ogni giorno nel nostro Paese vengono segnalati tantissimi casi di carte di credito o bancomat clonati. Una delle tecniche più usate dai criminali per compromettere a sicurezza informatica e rubare i dati delle carte di credito è lo skimming.

Il termine skimming deriva dal verbo inglese «to skim» che significa «strisciare», «sfiorare». Con il termine skimming si intende la manomissione degli sportelli Bancomat, ma anche dei distributori di biglietti e terminali per il pagamento con carta di credito nei negozi, nelle stazioni di servizio, nei ristoranti ecc.).

Nello specifico i truffatori si servono di speciali congegni che, applicati ai distributori automatici, sono in grado di copiare i dati contenuti nella banda magnetica delle carte di conto, di debito e di credito e di spiare il PIN mentre viene digitato.

Per evitare questo tipo di truffa raccomandiamo di custodire gelosamente il proprio PIN e di non rivelarlo a nessuno. Quando ci si trova a dover prelevare da uno sportello ATM il  consiglio è sempre quello di digitare il PIN lontano da occhi indiscreti.

Leggi anche: Assegno temporaneo, non ricevi i soldi? L’INPS spiega il perché

Leggi anche: Postepay, brutta sorpresa per i clienti: addio ad un servizio

Infine raccomandiamo, quando si è a prelevare da uno sportello ATM, di non lasciarvi distrarre per nessun motivo e se qualcuno si avvicina allontanatevi. Non lasciatevi coinvolgere in una conversazione e se, ad esempio, la vostra carta resta incastrata nella fessura del Bancomat, non accettate l’aiuto di nessuno, che sia una persona conosciuta o meno.