Superbonus, adesso è possibile rifare anche gli infissi di casa gratis: cosa sta succedendo

Arrivano novità interessanti riguardo il super bonus del 110% per le ristrutturazioni che ora può essere utilizzato anche per la ristrutturazione degli infissi

La ristrutturazione degli infissi rientra tra le categorie di interventi che è possibile fare con il bonus del 110%. Ecco i requisiti che devono avere gli interventi per poter rientrare nell’agevolazione.

Nel caso in cui il lavoro che si intende fare non rientri nelle categorie e nei parametri previsti per richiedere il bonus 110%, ricordiamo che comunque è ancora attivo l’ecobonus che comporta una detrazione fino a 65% di quello che si è speso. Sapere però che alcuni lavori relativi agli infissi possono rientrare nel bonus 110% è una buona notizia per tanti.

Bonus infissi 2021: requisiti e modalità

Bonus infissi 2021, Novità dal super bonus 110%
Pixabay

Cominciamo subito chiarendo che tipo di intervento può essere fatto rientrare in quelli per il super bonus 110%. Innanzitutto per avere l’agevolazione fiscale l’intervento deve essere fatto in sostituzione di infissi già presenti. I nuovi infissi devono avere superficie pari a quelli sostituiti e chiudere vani riscaldati che si affacciano sull’esterno o su altri vani non riscaldati.

Quest’ultimo elemento serve a escludere dai lavori le verande non riscaldate. Dall’Agenzia delle Entrate è arrivato anche un ulteriore chiarimento: è possibile modificare la forma degli infissi ma la superficie finale deve essere la stessa di quelli di partenza. C’è poi una tabella di trasmittanza termica che deve essere rispettata.

In particolare è possibile avere la detrazione nel caso vengano coibentati o sostituiti i cassonetti delle finestre in cui si trovano gli avvolgibili, se si vuole sostituire porte e finestre, sostituire componenti vetrate, tutte le prestazioni professionali che comportano la produzione della documentazione necessaria a richiedere il bonus (attestato di prestazione energetica e direzione dei lavori).

Leggi anche: Vodafone Special, rinnovata la promozione per i nuovi clienti

Leggi anche: Tim, aumenta il costo di attivazione per le promo SuperGiga: chi è coinvolto

Per richiedere il bonus 110% è poi necessario conservare tutta la documentazione relativa ai lavori, comprese anche le delibere delle assemblee condominiali nel caso i lavori vengano fatti in condominio e la dichiarazione del proprietario che acconsente a che vengano eseguiti i lavori se la ristrutturazione viene fatta dal detentore dell’immobile ma non dal suo proprietario. Come per altre agevolazioni fiscali, tutti i pagamenti devono avvenire in modalità tracciabile.