Cashback, la testimonianza: “Così ho vinto i 1.500€, quante follie…”

Come sono riusciti i 100.000 mila classificati a vincere il supercashback da 1.500 euro? Lo spiega uno dei vincitori, svelando anche mosse “illecite”… 

Foto Pixabay

Quasi 800 transazioni totali. Per l’esattezza, 787. E’ stato questo il traguardo finale per quanto riguarda il supercashback, ovvero il premio da 1.500 euro che ha fatto discutere e che ha visto una frenesia con i pagamenti digitali senza precedenti. Si tratta di una quota conclusiva enorme rispetto alle aspettative iniziali che non andavano oltre a un massimo di 600 interventi con carta, frutto di una fiammata a fine aprile che ha innalzato enormemente i ritmi fino a quel momento anche piuttosto umani.

Ma la domanda che molti si pongono è la seguente: come hanno fatto questi 100.000 utenti a intascare tale bottino? A rispondere è un partecipante del programma originario di Ravenna, il quale ha svelato la sua strategia vincente ai microfoni di Ravennaedintorni.it. La sua posizione? 94.359esimo grazie alle sue 794 transazioni effettuate in sei mesi.

Cashback, la confessione: “Ecco come ho vinto i 1.500 euro” 

Foto Pixabay

“All’inizio bastavano 4-5 transazioni al giorno per restare nelle parti alti della classifica. Usavo la carta di credito, Satispay e ho dato il bancomat a mia moglie”, spiega il fortunato. E da lì è stata una continua raffica di transazioni: “Li ho utilizzati tutte le volte che potevo. Dal fruttivendolo anche per tre banane, per dire, al bar per un caffè. Qualche volta qualcuno mi guardava male, sì, con la conseguenza che non ho più frequentato il suo locale”. 

Leggi anche: Cashback, può succedere entro agosto: attenti ai 1.500€

Come detto, a un certo punto però la maratona è diventata asfissiante e soprattutto delirante: “Nell’ultimo mese e mezzo – conferma l’uomo – è diventato sinceramente assurdo. Nell’ultima settimana per restare tra i primi 100mila sono stato costretto a fare anche una ventina di operazioni al giorno. Mio padre, che era anche lui in corsa per il super bonus, alla fine ha dovuto mollare”. 

Leggi anche: Avete questa cifra sul conto corrente? Attenti al rischio beffa  

Per restare al passo, invece, lui ha dovuto necessariamente giocare sporco come tutti: “Diciamo che appunto negli ultimi giorni bisognava inventarsi qualcosa. Ho fatto benzina da 5 euro, evitando i rifornimenti da pochi centesimi, perlomeno. Quando facevo la spesa, anziché farla tutta in una volta ho perso del tempo per andare in più negozi. Uscivo per comprare un bagnoschiuma. O una matita”.