Assegno unico ai figli: come fare domanda e date importanti

Buone notizie per tutte le famiglie che hanno chiesto l’Assegno unico familiare per i figli minorenni. Ecco come fare domanda

(Pixabay)

Buone notizie per tutto coloro che hanno figli e possono fare domanda per l’Assegno Unico Figli, bonus istituito dal governo Draghi per aiutare le famiglie in difficoltà durante la pandemia da Covid-19.

Coloro che non possono accedere all’assegno al nucleo familiare, possono intanto fare domanda per l’assegno unico temporaneo ai figli, prima che entri in vigore a gennaio 2022 l’assegno unico alle famiglie.

Leggi anche: Pensioni anticipate, le ipotesi per sostituire Quota 100

Assegno Unico Figli, le date da ricordare

Assegno Unico
(pixabay)

Le famiglie possono già inviare le domande per l’Assegno Unico per i figli a partire dal 1 Luglio. La richiesta può essere fatta online sul sito dell’Inps a cui si può accedere tramite lo Spid.

Per l’assegno unico temporaneo ai figli è già possibile inviare la domanda, con la procedura che è stata avviata dal 1° luglio. La richiesta può essere fatta online sul sito dell’Inps, al quale si può accedere tramite Spid.

I genitori hanno tempo fino al 31 dicembre 2021 per fare domanda ma devono fare attenzione anche alla data del 30 settembre. Se le richieste perverranno entro tale “scadenza” il pagamento decorrerà dal 1° luglio 2021, ossia riceveranno retroattivamente anche le rate dei mesi precedenti.

Coloro invece che invieranno le domande dal 1° ottobre a fine dicembre riceveranno l’assegno unico dal primo giorno del mese di inserimento dell’istanza. Ricordiamo che l’assegno unico ai figli andrà a sostituire il bonus bebè, il bonus mamma domani e le detrizioni fiscali dal reddito imponibile.

Leggi anche: Avete questa cifra sul conto corrente? Attenti al rischio beffa  

L’assegno unico partirà dal 2022 e consentirà a tutte le famiglie con figli minorenni di poter ricevere una somma per ogni figlio convivente, sia naturale che adottato o in affido. L’assegno unico sarà destinato anche alle partite Iva e ai disoccupati/incapienti, che restavano esclusi dall’assegno al nucleo familiare

Tra i beneficiari dell’assegno unico temporaneo ci sono anche le famiglie che percepiscono il reddito di cittadinanza.