Presenza di glutine non dichiarata, lotto di burro ritirato dal mercato

Attenzione consumatori: il ministero della Salute ha richiamato un lotto di burro per la presenza di glutine

(Pixabay)

Ancora un ritiro dal mercato per un prodotto alimentare a causa della presenza di glutine non dichiarato sull’etichetta.

Il ritiro dell’alimento, un lotto di burro dell’azienda Granarolo Expert (Gra-Com Srl), è avvenuto da parte del ministero della Salute.

Leggi anche: Fare un mutuo costa sempre di più, riusciremo ancora a comprare casa?

Burro con presenza di glutine: ecco il lotto interessato

(Pixabay)

Nello specifico il lotto ritirato dal mercato è il numero 250821 con la data di scadenza 25/08/2021. Come detto il burro è dell’azienda Gra-Com Srl e i prodotti interessati sono venduti in confezione da 1 kg con il marchio “Burro del Buon Pascolo” e da 250 grammi.

L’alimento in questione è stato prodotto nello stabilimento di via Emilia Est 90/A a Castelfranco Emilia, in provincia di Modena (marchio di identificazione IT 08 53 cE).

Ovviamente si consiglia vivamente alle persone celiache e/o con sensibilità al glutine di non consumare assolutamente il prodotto con il numero di lotto segnalato e restituirlo al punto vendita d’acquisto.

Leggi anche: La tecnologia sta contribuendo ad aumentare il divario di genere

Ritiro anche per un lotto di mazzancolle tropicali “jumbo” a marchio Sea Fish per la “presenza di Listeria monocytogenes”. Il prodotto in questione è venduto in confezioni da 100 grammi con il numero di lotto 2021230293 e la data di scadenza 02/07/2021, già superata da una settimana al momento del richiamo.