Naspi, la platea dei beneficiari potrebbe allargarsi: tutti i dettagli

Il Ministro del lavoro Andrea Orlando vuole rafforzare gli ammortizzatori sociali, specialmente per alcune categorie di cittadini

ricerca lavoro
(pixabay)

Lo sblocco dei licenziamenti, anche se recente, sta già portando i propri effetti. Dopo un anno e mezzo di pandemia le aziende possono liquidare il personale in eccesso. Il Ministro del Lavoro Andrea Orlando, sin dall’inizio del proprio incarico istituzionale ha palesato l’importanza che a suo avviso ricoprono gli ammortizzatori sociali nel contenimento della crisi. A parere del ministro sono state proprio le misure welfare ad evitare il collasso della struttura sociale durante l’epidemia da Covid.

Sul tavolo istituzionale Orlando getta le proposte per ampliare la platea dei beneficiari della Naspi, l’indennità di disoccupazione. In molti, nel prossimo periodo, dovranno usufruire di questo sussidio per sostentarsi, in attesa di un prossimo impiego.

Ma in tempi di crisi economica non è semplice trovare lavoro. A maggior ragione per le fasce di età che hanno superato i 50 anni. Il ministro del lavoro prevede degli incentivi ad hoc per le condizioni di ricollocamento più svantaggiate.

Leggi anche: Bollo auto, piacevole novità: cosa può cambiare a breve

La riforma della Naspi, le categorie interessate

disoccupazione lavoro
(pixabay)

Sul tavolo di lavoro ci sono varie proposte, promosse dal ministro Orlando, nel tentativo di corre riparare i danni provocati dallo sblocco dei licenziamenti. Le categorie di lavoratori che sono maggiormente interessate da questo progetto di riforma della Naspi, sono gli autonomi e gli ex lavoratori over 55.

Per i primi Orlando vuole estendere la Naspi anche ai professionisti che versino in difficoltà finanziarie, con o senza Partita IVA. A parere del ministro, per questa categoria potrebbero non essere sufficienti le indennità Iscro, il nuovo ammortizzatore sociale introdotto dall’Inps. La somma prevista varia dai 250 agli 800 euro.

Orlando vuole far rientrare i professionisti nella pletora di beneficiari della Naspi.

Leggi anche: Cartelle esattoriali sospese? Adesso è possibile cancellarle: i dettagli

Per gli over 55 l’ausilio dovrebbe prevedere l’allungamento della Naspi a 36 mesi, con aumento dell’importo base.

Si vedrà se queste misure saranno adatte a contenere la crisi del settore lavorativo generata dallo sblocco dei licenziamenti.