Reddito di cittadinanza, scoperta choc sui furbetti

Furbetti del reddito di cittadinanza: assurdo quanto è emerso da un blitz della Guardia di Finanza. Un dato a dir poco sconcertante 

Reddito di Cittadinanza
Pixabay

Cinquanta milioni di euro. E’ questa la cifra choc che emerge da un’indagine della Guardia di Finanza nel 2020 e che riguarda il valore che i furbetti del reddito di cittadinanza hanno indebitamente intascato lo scorso anno solare. E in più se ne contano altri 13 di milioni non ancora riscossi ma frutto comunque di una richiesta nonostante mancassero realmente i requisiti per ottenere l’aiuto statale.

Furbetti reddito di cittadinanza, blitz della Gdf

Reddito Napoli
Pixabay

Quasi 6.000 persone sono state denunciate e seguiranno provvedimenti per molte altre, tra cui emergono soprattutto imprenditori e proprietari di ville e auto di lusso spesso dallo stampo mafioso. Come è già accaduto in passato, tutti questi saranno chiamati a restituire l’intera somma ottenuta a causa di una truffa nei confronti dello Stato.

Leggi anche: Reddito di cittadinanza, cambiano i requisiti: grossa novità

Ma questa relativa al Rdc, come riportano le forze dell’ordine, è appena la punta dell’iceberg. Nel totale delle spese previdenziali e assistenziali non dovute, infatti, emerge un esborso totale da 93 milione di euro. Di cui 28 solo per pensioni, assegni sociali e invalidità false. Tutti questi, appunto, percepivano prestazione senza nemmeno avere nemmeno un requisito a proprio favore.

Leggi anche: Iptv ‘Pezzotto’, multe da 1.000€: ecco chi rischia grosso

Ma grazie alla collaborazione del’Inps sono stati tutti mascherati e tanti altre verranno scoperti nelle prossime settimane. Del resto, dopo l’enorme consegna di sussidi causa l’emergenza sanitaria ed economica, il governo ha aumentato e resi più precisi i controlli considerando il numero enorme di richieste pervenute e l’impellenza che ha portato a non verificare troppo attentamente una serie di condizioni.