Pensione anticipata, tutte le novità per i cittadini allo scadere di Quota 100

Quota 100 scadrà il prossimo 31 gennaio e il Governo è al lavoro per una nuova riforma previdenziale

Pensione marzo
(Pixabay)

Come ormai ben sappiamo il 31 dicembre 2021 scade quella che è stata definita “Quota 100” per le pensioni.

Attualmente c’è grande preoccupazione per chi deve andare in pensione il prossimo anno dal momento che ancora non si conoscono misure certe sul rinnovo o meno di Quota 100.

Il governo Draghi è al lavoro per garantire una maggiore flessibilità in uscita ai lavoratori attraverso la stesura di un riforma previdenziale.

Leggi anche: Truffa online, 21enne denunciata per assicurazione falsa

Pensione anticipata, tutte le misure in vigore

pensione
(pixabay)

Mentre il Governo è al lavoro ci sono ovviamente delle misure attualmente in vigore che permetteranno l’uscita anticipata anche per l’anno 2022.

Stiamo parlando di una misura contenuta nella riforma Fornero che permette di pensionarsi prima rispetto alla pensione di vecchiaia e che non tiene conto dell’età ma dei contribuiti versati.

Potranno usufruire della misura gli uomini che hanno raggiunto i 42 anni e 10 mesi di contributi e le donne che hanno raggiunto 41 anni e 10 mesi di contributi. Bisognerà poi attendere tre mesi prima di andare effettivamente in pensione.

Leggi anche: Cartelle esattoriali, annunciata una nuova pace fiscale per i cittadini: i dettagli

Infine ricordiamo che esiste anche una misura che permette di andare in pensione anticipatamente anche con meno anni di contribuiti. Questa misura è però riservata solo a coloro che non hanno contributi versati al 31 dicembre 1995. Questa misura richiede 64 anni di età, 20 anni di contributi versati a partire dal 1996  e che l’assegno liquidato sia pari ad almeno 2,8 volte l’assegno sociale INPS.