Truffa del finto corriere: ecco come ti svuotano il conto corrente

Un finto Sms del corriere comunica che il proprio pacco è bloccato in magazzino. Si tratta di una nuova truffa

Truffa online via Facebook, sei denunciati nel Cremonese
Truffa online via Facebook, sei denunciati nel Cremonese (foto: pixabay)

Un Sms, un click e la truffa è fatta. I malintenzionati non smettono mai di inventarsi nuovi metodi per truffare le persone.

“Il tuo pacco è stato bloccato, segui le istruzioni”, recita il nuovo Sms di truffa. Chi clicca però finisce in una truffa molto pericolosa: quella del finto corriere.

Non è la prima volta che i truffatori scelgono telefoni e smartphone per adescare le loro ignare vittime e, questa volta, hanno fatto leva su un’abitudine che, al giorno d’oggi, accomuna sempre più cittadini: acquistare prodotti via internet.

Leggi anche: Codacons, Astrazeneca agli under60: ecco come richiedere il risarcimento

Truffa del finto corriere, la dinamica

Truffa pacco
Utente con smartphone (Pixabay)

Quello che i truffatori fanno con la truffa del fino corriere è spacciarsi per qualche famosa società di consegna. Il testo completo dell’Sms recita: “Salve, il tuo pacco è stato trattenuto presso il nostro centro di spedizione. Si prega di seguire le istruzioni qui”.

Che si stia realmente aspettando un pacco o no, l’importante è non cliccare assolutamente sul link che contiene il messaggio. Nel momento in cui si clicca, infatti, si finisce su un sito finto, nell’estetica molto simile a quello delle società di consegna. In realtà il sito è stato allestito dai truffatori per carpire dati sensibili come conti correnti bancari, carte di credito e molto altro ancora.

Lo stesso tipo di truffa può arrivare anche via mail. Questo il testo della truffa via email: “Abbiamo tentato di consegnare il tuo spedizione. Il spedizione è tornato in sicurezza al nostro deposito. Riprogrammare la spedizione”. Segue poi l’immancabile link verso il finto sito del corriere.

Leggi anche: Attenzione, Microsoft manda in pensione Windows 10

Per evitare rischi ricordiamo di non cliccare mai suoi link allegati agli Sms e non rivelare mai i propri dati sensibili. I corrieri preferiscono il contatto telefonico in caso di mancata risposta, o in alternativa lasceranno un avviso cartaceo nella cassetta delle lettere.