Assegno unico per figli, via libera dal 1° luglio: chi può richiederlo

A partire dal 1°luglio sarà erogato l’Assegno unico per figli, dal valore di 167 euro per un figlio e di 653 euro per chi ne ha tre.

Assegno unico
(Pixabay)

Buone notizie per le famiglie italiane con figli: a partire dal prossimo 1°luglio sarà erogato l’Assegno unico per figli, approvato per decreto dal Consiglio dei ministri.

L’assegno sarà valido per i prossimi sei mesi, quindi da luglio a dicembre 2021, e lo potranno richiedere le famiglie con figli fino a 18 anni, nuclei di disoccupati, incapienti e autonomi finora esclusi dagli assegni familiari.

Beneficeranno dell’assegno circa 2 milioni di famiglie con Isee non superiore a 50mila euro. Le famiglie con Isee fino a 7.000 euro avranno 217,8 euro a figlio se hanno almeno 3 figli. Per chi ha figli disabili sono previsti 50 euro in più.

Leggi anche: Dl Sostegni bis, Sabatini (ABI): chiarire su agevolazioni prima casa per i giovani

Assegno unico per figli, ecco chi può richiederlo

Via libera all'assegno unico
Famiglia in montagna (Foto Pixabay)

L’Assegno unico per figli, in attesa che diventerà struttura universale a partire dal 2022, spetta ai disoccupati e ai possessori di partita IVA. Si tratta di quasi 2 milioni di famiglie a cui va 1 miliardo e 580 milioni dei 3 miliardi a disposizione.

L’altra metà delle risorse è destinata a 4 milioni di famiglie che già incassano gli assegni familiari (lavoratori dipendenti). A questi nuclei spetta, dal primo luglio una maggiorazione di 37,5 euro al mese per figlio nel caso di famiglie con uno o due figli. E 70 euro in più per figlio per quelle con 3 o più figli.

Leggi anche: “Evitiamo decisioni peggiori”, #CambiamoAgricoltura commenta la fallita intesa sulla Pac

Ovviamente ricordiamo che la domanda per l’Assegno unico per figli va presentata in via telematica all’Inps o presso Caf e Patronati, secondo le modalità che verranno indicate entro il 30 giugno 2021. L’assegno non concorre a formare la base imponibile dell’Irpef.