Francobolli rari, questo vale 15.000€: controlla a casa

Verifica subito se ce l’hai: se così fosse, ti faresti un regalo enorme e soprattutto inaspettato. Ecco come riconoscerlo 

Foto Pixabay

Collezionare francobolli è stata ed è tuttora la passione di molti in Italia, ma c’è chi ancora non è a conoscenza del fatto che, tra i tanti, ce ne sono molti che arrivano a valere migliaia e migliaia di euro. E qualcuno, addirittura, può arrivare anche a una quota milionaria in alcuni casi specifici. Perché i francobolli, così come molti altri oggetti, anche rientrano nell’ottica del collezionismo più sfrenato.

Come riconoscere un francobollo raro

A rendere speciale un pezzo, ovviamente, è l’unicità dello stesso. Quindi deve trattarsi di una tiratura prodotta in edizione estremamente limitata e ormai non più reperibile con facilità, oppure dei francobolli con dei vistosi difetti. A far schizzare un prezzo alle stelle può essere un errore nella colorazione o un difetto con delle immagini non centrate, magari che si vanno anche a sovrapporre alla dentellatura. Quindi se avete già un pezzo che presenta le seguenti peculiarità, è già il caso di drizzare le antenne.

Hai questo francobollo per esempio?

Francobollo raro

Ma è il caso di farlo specialmente se nella vostra collezione dovesse spuntare un francobollo vaticano raro. Come infatti riporta Francobollirari.net, la prima serie completa emessa composta in 11 pezzi può anche superare la valutazione di 15.000 euro. Ma attenzione anche alle produzioni successive, soprattutto seconda e terza, anche se siamo a cifre nettamente inferiori e che vanno all’incirca a dimezzarsi rispetto al valore sopraindicato.

Infine, sempre per quanto riguarda i francobolli del vaticano, attenzione anche alla serie “provvisoria” del 1934 composta da 6 pezzi che può superare il prezzo di 1.300 euro.