Gratta e Vinci, vincita da sogno. Poi l’incredibile scoperta

Con un gratta e vinci da pochi euro porta a casa una vincita da sogno. La cosa più clamorosa, però, il fortunato la scopre dopo la convalida del biglietto.

gratta e vinci
(screenshot Instagram)

La storia che vi stiamo per raccontare vi spiazzerà, non tanto e non solo per la clamorosa vincita ma probabilmente per quello che il fortunato ha scoperto subito dopo. Non che un gratta e vinci che regala una cifra così importante non sia una notizia incredibile. Una notizia che certamente farà piacere ai familiari del giocatore ma anche ai suoi conoscenti.

La Dea Bendata in questo caso ha baciato il Lazio dove è stato venduto e conseguentemente convalidato il gratta e vinci che ha regalato un sogno, o forse più di uno, al giocatore. Andiamo a scoprire tutti i dettagli di questa particolarissima storia.

Leggi anche: Aurora Leone, cosa faceva prima di entrare nei The Jackal

Gratta e Vinci: vincita da sogno poi la scoperta

Screenshot Youtube

Come abbiamo anticipato pocanzi il gratta e vinci baciato dalla fortuna è stato venduto nel Lazio, per la precisione a Rieti. Un giocatore ha acquistato un biglietto della serie 20X all’interno della tabaccheria di Andrea Del Re portando a casa ben 10mila euro. Di certo non una cifra che gli cambierà la vita ma che sicuramente farà molto comodo e grazie alla quale potrà farsi qualche regalo.

Il fortunato dopo aver scoperto della vincita, e dopo averla festeggiata adeguatamente, ha provveduto a convalidarla. Solo dopo è stato informato di un avvenimento quanto meno peculiare. Nella stessa tabaccheria nel 2011 era stata registrata una vincita ancor più clamorosa di ben 3 milioni di euro.

Leggi anche: Quanto risparmierebbe l’Inter con l’addio di Antonio Conte

Una combinazione davvero particolare ma che ha destato molta curiosità. Di certo la tabaccheria diventerà “meta di pellegrinaggio” per tutti coloro i quali intendono provare la fortuna con il gratta e vinci, anche perchè come recita l’adagio: “non c’è due senza tre”.