Vodafone, lavori in Valsassina: possibili disservizi per gli utenti

I lavori ai ripetitori Vodafone in Valsassina potrebbero causare numerosi disservizi sulla linea telefonica della zona.

ripetitore
(pixabay)

Una linea Internet adeguata alle esigenze personali ormai sta diventando più che una necessità un’urgenza. In molti luoghi, specialmente montanari, il segnale della rete non raggiunge a sufficienza i clienti.

Ancora peggiore è la condizione degli smartphone, dove i dati a pacchetto in determinati luoghi sono inutili. Segnale zero.

Per un turista ristorarsi in un posto lontano dalla tecnologia può essere piacevole, anzi, un valore aggiunto, ma per un abitante del luogo diventa proibitivo, specialmente nell’era dello smartworking e della didattica a distanza.

In Valsassina, località montana lombarda, il 19 e 20 maggio Vodafone effettuerà dei lavori per l’ampliamento del ripetitore di Zucco Angelone. L’azienda avverte i clienti che nei giorni stabiliti per l’intervento, i clienti Vodafone potranno subire dei disservizi sulla rete.

Leggi anche: Fastweb, arriva un nuovo router per i clienti: chi ne ha diritto

I disservizi di rete ai tempi del Covid

Offerta Vodafone Special
(Screenshot YouTube)

Anche se l’intento dell’azienda Vodafone è certamente quello di migliorare la qualità della rete nella valle lombarda, ai tempi del Covid non avere accesso alla linea Internet significa essere tagliati fuori dal mondo e dal proprio campo professionale.

Il disservizio Vodafone può causare numerosi problemi. In cima alla lista si posizionano coloro che ormai espletano le proprie mansioni lavorative solo attraverso Internet.

Nell’era del Covid lo smartworking sta sostituendo parte del lavoro in sede, e se da una parte consente la libertà di poter lavorare in qualunque luogo, dall’altra è indissolubilmente legato al segnale di rete.

Leggi anche: WindTre Smart Pack & Go Flash+, minuti illimitati e 100 Giga…

In Valsassina nei prossimi 2 giorni parecchi utenti potrebbero subire dei disagi dovuti al disservizio, di portata più grave rispetto al passato a causa della recente delega all’informatica di molti aspetti della quotidianità.