Vaccino Pfizer, nuova truffa online: attenzione a questa email

Vaccino Pfizer, una nuova truffa online ha già colpito 200mila persone in tutto il mondo. Ecco di cosa si tratta 

(Pixabay)

Riportiamo una notizia allarmante su una finta email che in questo periodo potrebbe diffondersi anche nella posta elettronica degli italiani.

La nuova e-mail truffaldina sfrutta l’attenzione mediatica sul tema delle vaccinazioni da Covid-19 per cercare di far cadere più persone possibili nell’imbuto dell’inganno. Vediamo come funziona e come riconoscerla.

Le e-mail in questione, che hanno già raggiunto 200mila persone in tutto il mondo, sottopone agli utenti falsi sondaggi sulla campagna vaccinale e nello specifico sul vaccino Pfizer.

La truffa online circola da inizio aprile e ha già colpito centinaia di migliaia di persone: quasi il 70% si trova negli Stati Uniti, ma si sta diffondendo anche in Europa. In l’Irlanda sono arrivate il 12,39% delle email, in Svezia il 3,40%, segue la Danimarca col 3,23%, il Regno Unito con l’1,28% e la Germania con l’1,15%.

Leggi anche: Decreto Ristori, anche nelle situazioni drammatiche c’è chi se ne approfitta

Bitfender avverte: attenzione a chi propone sondaggi su Pfizer

(Pixabay)

Ma attenzione, la mail sembra essere un prodotto soprattutto europeo: Il 49,75% degli attacchi sembra provenire dai Paesi Bassi. il 23,36% dalla Germania e solo il 25,08% dagli Stati Uniti.

Bitfender, un’importante società di cybersecurity, spiega in questo modo la dinamica della truffa:

I truffatori inviano finte email che invitano a partecipare ad un sondaggio sul vaccino Pfizer promettendo, una volta completato una carta regalo da 100 dollari. In realtà il sondaggio serve solo a carpire le informazioni personali delle vittime.

Oltre le informazioni personali, la email richiede anche il pagamento di una tassa per la spedizione, tassa che come è intuibile finisce dritta nelle tasche dei malfattori.

Leggi anche: Cashback, i furbetti colpiscono ancora: l’ultimo episodio 

Quindi occhi aperti perché nella grande ragnatela telematica c’è sempre il rischio di rimanere impigliati.