Stellantis, arriva la risoluzione dei contratti con i concessionari

Il gruppo Stellantis ha annunciato che procederà alla risoluzione di tutti i contratti con i concessionari con un preavviso di due anni. 

Stellantis
Screenshot Instagram

La decisione è arrivata nelle scorse ore: Stellantis risolverà i contratti con i concessionari di tutta Europa. Cosa si nasconda dietro questa mossa è difficile saperlo, anche se l’alleanza con Foxconn potrebbe avere un peso decisivo in questa operazione che in pochi si aspettavano. Che per il gruppo olandese stia attraversando una fase di rinnovamento è evidente, ma una mossa così radicale fa pensare a strategie ben precise.

Nella giornata del 19 maggio la multinazionale ha fatto sapere che il preavviso per i concessionari è di due anni. Con una conferenza il country manager di Stellantis UK Alison Jones è stata data la comunicazione sulla decisione presa. Il cambio passo, oltre che di partnership, mostra come il gruppo stia guardando al futuro.

Leggi anche: Inps, i dati sul reddito di cittadinanza: 557 euro medi a famiglia

Con nuovi accordi all’orizzonte che possano andare nella direzione di strategie ben precise. L’alleanza con Foxconn rappresenta già il primo passo verso le novità.

Stellantis, la motivazione della scelta

Stellantis
Screenshot Instagram

La decisione di Stellantis è stata inaspettata, ma corretta sotto il punto procedurale. Infatti le risoluzioni sono state comunicata con un preavviso di due anni, come del resto va fatto nel rispetto della legge. Jones nella conferenza ha annunciato sul rapporto che si instaurerà con i venditori.

Con riunioni operative che mireranno all’ottimizzazione dei rapporti ed alla realizzazione degli obiettivi strategici prefissati nel breve e lungo periodo. Tante le reazioni a questa decisione del gruppo olandese da parte degli esponenti del settore. Si cercano adesso di capire le strategia di Stellantis.

Leggi anche: Pensioni, scivolo di 5 anni nel Dl Sostegni Big: come funziona

Qualcuno ha ipotizzato che si possa trattare di modifica delle strategie, altri invece di semplice operazione di consolidamento con i brand partner nelle regioni. A breve si scoprirà se questa mossa è stata azzardata o azzeccata. Con risultati tangibili e dati certi.