Monete rare, questa l’avete vista sicuramente: vale 1.000€

Monete rare, attenzione a questo pezzo prezioso: lo avete visto e tenuto di certo almeno una volta. Oggi vale un tesoretto 

monete

Quanti italiani hanno ancora delle vecchie lire custodite gelosamente a casa? Tanti, tantissimi. Di sicuro più di quanto ci si può comunemente immaginare. Qualcuno se l’è ritrovate per caso senza nemmeno saperlo con esattezza, altri le hanno invece messe da parte in occasione del ritiro del 2000 quando poi si è passati ufficialmente all’euro.

In molti però, anche giustamente, penseranno che queste non avranno alcun valore effettivo oltre a quello storico e al massimo emozionale. Ma non è così: alcune di queste monete, quelle considerate rare dalla numismatica, ovvero lo studio e il collezionismo di denari, valgono un botto anche se non hanno alcun valore legale ed economico oggi giorno.

Leggi anche: Sapete di chi era il volto sulla vecchia 1.000 lire?

Monete rare, attenzione alla 100 lire Minerva del 1956

Screenshot Youtube

E’ il caso, per esempio, della 100 lire Minerva che chi avrà vissuto l’epoca delle lire di sicuro avrà visto e avuto almeno una volta. Tuttavia non tutti gli esemplari sono oggi considerati rari e vendibili a prezzi importanti. Quella del 1956 per esempio, come riporta il sito specializzato moneterare.net, vale solo 10 euro poiché all’epoca vennero coniati 99.800.000 che ovviamente non sono pochi. La stessa moneta, tuttavia, se risale all’anno 1955 vale già infinitamente di più. 1.000 euro, per la precisione.

Ma per ottenere il massimo possibile, si sa, deve essere in fior di conio. Ossia perfetta e immacolata, senza né macchie e né segni di logorio. Altrimenti, se inizierà a presentare imperfezioni, si scende attorno ai 700 euro. Avercela in condizioni non ideali invece potrà farvi ricavare appena attorno ai 100 euro, ma in fondo le probabilità che questa moneta sia totalmente rovinata non è altissima considerando la conformazione e una struttura non poi così delicata.