Fisco, in arrivo 100mila accertamenti: le categorie a rischio

Fisco, 100mila accertamenti in arrivo per milioni di imprese. Arriva la stretta da parte dello Stato nel contrasto all’evasione. I dettagli. 

Controlli fiscali
Pixabay

In arrivo la stretta annunciata dal governo per quel che riguarda i controlli fiscali su aziende e piccole imprese. L’Agenzia delle Entrate è al lavoro in questi giorni per dare delle risposte importanti in tema di evasione. Il tema fisco resta una delle priorità massime anche del governo Draghi, che ha in agenda una importante azione di recupero di quei 14 miliardi di euro che potrebbero entrare nelle casse dello Stato a breve.

Nel mirino dell’Agenzia delle Entrate ci sono milioni di attività, che purtroppo sono state penalizzate oltremodo in questa fase dell’emergenza Coronavirus con lockdown e zone rosse che non hanno aiutato. Se da un lato però il governo ha messo in piedi tante azioni a sostegno delle aziende, dall’altra parte rimane il pugno duro nelle azioni degli accertamenti delle violazioni fiscali.

Leggi anche: Tim Special 70 a 9,99 euro al mese, ancora pochi giorni per attivare l’offerta

Scopriamo nel dettaglio quali sono i destinatari principali dell’opera di controllo che si estenderà nelle prossime settimane per milioni di aziende ed imprese.

Fisco, ecco i destinatari degli accertamenti

Controlli Fiscali
Pixabay

Attraverso il controllo di 161 banche dati l’Agenzia delle Entrare si dedicherà alla questione Fisco a partire dai prossimi giorni. Le attività si concentreranno sul recupero dei contributi a fondo perduto e sui soggetti che hanno ricevuto benefici fiscali ed incentivi senza averne i requisiti. Nello specifico saranno attenzionate le aree relative al credito di imposta per sviluppo e ricerca.

Ma anche gli investimenti sul Mezzogiorno e quelli sul sisma del Centro-Italia e quelli inerenti alla formazione 4.0. L’Agenzia nell’ottica di questo controllo su aziende ed imprese avrà la possibilità anche di inviare lettere di compilance che consentiranno ai destinatari di mettersi in regola in caso di inadempimenti emersi in fase di controllo.

Leggi anche: Cashback, quante transazioni serviranno ora per 1.500€? 

Una possibilità in più per le aziende che avranno l’opportunità di riparare gli errori commessi in fase di compilazione delle dichiarazioni dei redditi. Tutti gli errori saranno evidenziati tramite comunicazione con Pec. La cifra complessiva degli accertamenti – tra comunicazioni ed altre azioni dell’Agenzia – potrebbero toccare una cifra di 100mila.