Auto elettriche, la cinese Nio sbarca in Europa: costi e dettagli

Auto elettriche: anche il brand cinese Nio sbarca nel mercato europeo delle quattro ruote a zero emissioni, con la prima tappa in Norvegia.

auto elettrica
(pixabay)

Il mercato delle auto elettriche si conferma in forte espansione sia nel mercato europeo che in quello extraeuropeo. Con tanti governi che spingono in questa direzione per favorire il fronte delle energie rinnovabili. C’è un brand cinese che si appresta a sbarcare in Europa avendo già fatto registrare numeri importanti.

Parliamo di Nio, la casa automobilistica fondata nel 2014 e che sta briciando le tappe a livello mondiale tanto da essere ormai definita come la “Tesla asiatica”, in grado di garantire performance importanti a prezzi concorrenziali. L’auto è stata lanciata in Cina con un grande successo, e ad un prezzo di partenza di 56.800 euro.

Leggi anche: Covid e disagio psicologico, l’indagine di SoleTerre sugli effetti della pandemia

La caratteristica importante di questa macchina elettrica è quella della batteria allo stato solido di 150 kWh. Ebbene, presto la troveremo sul mercato europeo, un modello ulteriore che andrà ad incrementare le offerte nella gamma delle zero emissioni.

Auto Elettriche, la Nio sbarca in Europa

Mercato auto elettriche
Rifornimento auto elettriche (Pixabay)

L’arrivo della Nio sul mercato europeo delle auto elettriche rappresenta una novità importante per i consumatori. Che avranno la possibilità di poter scegliere la miglior offerta possibile tra le quattro ruote ad impatto zero sull’ambiente. Il primo paese che potrà beneficiare della presenza del marchio cinese è la Norvegia.

Ma la casa orientale ha già fatto sapere che continuerà il suo ingresso nel mercato europeo con il SUV ES8 e con una berlina ET7 in altri cinque paesi a stretto giro. Per quel che riguarda la Norvegia si potrà ben presto ordinare il SUV a sette posti dalla lunghezza di 497 centimetri in tanti punti vendita.

Leggi anche: La Bayer dovrà indennizzare un medico per i danni causati dal Lipobay

In Europa nei prossimi mesi ci saranno nuovi stazioni di ricarica rapida non solo nelle principali città. A conferma della volontà di tante nazioni di continuare sulla strada delle vetture a zero emissioni per equipararsi anche ai dettami della UE che spinge verso l’adozione di questo sistema di trasporto.