Covid-19, Save the Children lancia un appello per proteggere i bambini orfani in India

Save the Children mette in rilievo la preoccupante condizione dei bambini indiani che sono rimasti orfani a causa della pandemia

india orfani
(pixabay)

“Bambine di 2 anni e bambino di 2 mesi hanno perso i genitori a causa del Covid. Questi ragazzi hanno bisogno di una casa. Se qualcuno che conosci è in cerca di adozione, contatta … “. Questo è un post condiviso sui social che Save the Children ha riportato in un recente comunicato stampa. Le adozioni illegali tramite canali non ufficiali proliferano su internet.

L’India sta vivendo una condizione sanitaria particolarmente drammatica. E’ tra i paesi più colpiti dalla pandemia e i morti si contano sulle strade. Risulta evidente che un gran numero di bambini è rimasto improvvisamente privo di assistenza e tutela genitoriale.

Le adozioni illegali sono un vero e proprio traffico di minori. In questi casi i bambini vengono affidati, o peggio, venduti, al miglior offerente, senza garanzie e supervisione statale. Il loro destino diventa delegato alla fortuna, ed esiste una buona probabilità che i minori possano finire nelle mani di organizzazioni criminali.

Save the Children lancia l’allarme contro questo fenomeno, che sfugge al controllo statale.

Leggi anche: Bambini in carcere, l’appello di Cittadinanzattiva: non possono pagare errori delle madri, case famiglia…

Save the Children fornisce servizi di assistenza

india orfani
(pixabay)

Lo Stato indiano sta allertando tutti gli ospedali per far sì che i genitori affetti da Covid prevengano gli abusi sui propri figli attraverso una delega scritta in caso di decesso.

Save the Children si è attivata per fornire assistenza telefonica gratuita destinata ai minori in condizioni critiche.

Sanjay Sharma, Vice-Direttore dei Programmi di Save the Children India, ha dichiarato: Questo è un momento di grande confusione e difficoltà per i bambini, specialmente per quelli che hanno perso i genitori. In un solo stato tra quelli in cui operiamo riceviamo circa 80 chiamate di soccorso al giorno da bambini, e temiamo che le cose possano peggiorare ulteriormente con il diffondersi della pandemia. I bambini che perdono i loro adulti di riferimento e sono lasciati a se stessi sono estremamente vulnerabili e a rischio di sfruttamento e abusi, e stiamo facendo tutto il possibile per proteggerli da adozioni illegali o dalla tratta di minori”.

Oltre alla minaccia di finire preda di adozioni illegali, i minori orfani indiani subiscono gli effetti psicologici della malattia del genitore. Assistere alla morte del padre o della madre è un’esperienza che molti bambini non hanno gli strumenti per affrontare adeguatamente. Per questo Save the Children mette a disposizione personale specializzato che possa assistere i minori anche nel contenimento dei danni psicologici.

Leggi anche: Cgil, Cisl, Uil con Save the Children nel progetto “Educazione in emergenza per i…

Ma il lavoro è tanto, e l’India è una nazione sconfinata e con altissima densità di popolazione. Il forte impatto della pandemia lascia le fasce più povere della popolazione abbandonate a se stesse, con la conseguenza di scenari che rasentano lo sterminio delle guerre civili.