Bonus vacanze, arrivata la proroga attesa. Tutte le novità per averlo

Bonus vacanze, arriva la proroga che si attendeva da tempo. Tutti i dettagli per l’inoltro della domanda e la nuova scadenza dei termini.

Novità bonus vacanze
(Pixabay)

Novità importantissima per il bonus vacanze per quel che riguarda l’attesa proroga che in tanti auspicavano arrivasse. L’annuncio c’è stato, confermando l’allungamento dei termini in un emendamento al Decreto Sostegni. Non più la scadenza originaria di dicembre 2021, ma si andrà oltre di qualche mese. Per la precisione di sei mesi, con il termine che viene spostato al 30 giugno 2022.

Tutto cambiato per la richiesta della misura di sostegno prevista per le famiglie in difficoltà soprattutto a seguito dell’emergenza Coronavirus che ha portato in paese a dover affrontare una difficile situazione finanziaria. La richiesta dei 500 euro per viaggi e soggiorni in Italia viene non solo confermata ma anche prorogata.

Leggi anche: Coronavirus, la speranza: la luce del sole inattiva il virus velocemente

Come abbiamo già anticipato in precedenza, la misura potrà essere richiesta anche più di una volta e per strutture ricettive diverse. Una novità importante rispetto a quanto previsto con la normativa originaria, che non permetteva di poter “spezzare” la somma in più date e strutture.

Bonus vacanze, tutti i dettagli e le novità

Foto Pixabay

La proroga prevista dal governo per il Bonus vacanze conferma la volontà del governo di aiutare il più possibile le famiglie in difficoltà, puntando tanto sulla prossima stagione estiva per una possibile ripartenza dell’economia nel caso arrivasse una tregua da questa emergenza. Da quanto emerge dai dati forniti dal governo, sembra che al momento siano stati spesi 820 milioni di euro dei 2,6 miliardi disponibili.

Ricordiamo che questo bonus può essere richiesto dalle famiglie con Isee fino a 40mila euro, con importo che va da 150 euro per richiesta singola persona, a 500 euro per nucleo familiare superiore alle 2 persone. Previsti 300 euro per nuclei di 2 persone.

Leggi anche: Il mare è un patrimonio da salvare, anche l’occupazione può ripartire dalle acque

Non cambia nulla invece per quel che riguarda la richiesta che avviene tramite App IO, ma per arrivare alla presentazione c’è bisogno dell’identità digitala Spid almeno per un nucleo familiare o carta d’identità elettronica.