Facebook, iniziano i test per il nuovo algoritmo del Feed delle notizie

Facebook si sta preparando a modificare l’algoritmo che gestisce il feed delle notizie. I test partiranno nei prossimi mesi. Ecco su che cosa si concentreranno.

Facebook, iniziano i test per il nuovo algoritmo del Feed delle notizie
Facebook, iniziano i test per il nuovo algoritmo del Feed delle notizie (foto: pixabay)

L’algoritmo di Facebook sta per cambiare, per imparare a riconoscere i contenuti di maggior interesse degli utenti e mostrarli per primi quando si accede al Social Network. Stanno per partire i test e la modifica dell’algoritmo potrebbe avvenire nei prossimi mesi.

Per ora il feed delle notizie, ovvero dei contenuti visibili quando si apre il Social Network, viene organizzato con un sistema cronologico mettendo però davanti a tutto i contenuti condivisi dagli amici, dai gruppi e dalle pagine che si seguono. Ma le cose potrebbero cambiare, testando quanto questi contenuti sono effettivamente interessanti per gli utenti. I test che verranno svolti sono di tre tipologie.

Leggi anche: Pensioni, i requisiti 2021 per tutti i trattamenti INPS

Facebook e i test per il nuovo algoritmo

Facebook, iniziano i test per il nuovo algoritmo del Feed delle notizie
Facebook, iniziano i test per il nuovo algoritmo del Feed delle notizie (foto: pixabay)

I test che Facebook porterà avanti con i suoi utenti per modificare l’algoritmo che gestisce la visualizzazione delle news nel feed cominceranno con una domanda, che apparirà casualmente sotto alcuni post. La domanda sarà “quanto sei stato ispirato da questo post?“, rispondendo alla domanda seguendo il prompt Facebook potrà iniziare a imparare ciò che agli utenti interessa davvero e a farlo apparire tra i primi contenuti.

Il secondo test si concentrerà sul Feed delle notizie. Per capire quanto e come effettivamente i contenuti pubblicati dai profili che si seguono hanno un impatto sugli utenti, Facebook probabilmente calcolerà quanto tempo un utente passa su un determinato post piuttosto che su un altro, imparando a dare priorità quindi al contenuto su cui l’utente rimane per più tempo, aggiungendo questa metrica a quelle già utilizzate della presenza o meno, per esempio, del profilo tra gli amici o tra gli amici preferiti.

Il terzo test cercherà di far sì che l’algoritmo impari quali sono invece i contenuti che l’utente preferisce. Seguendo i gusti degli utenti, quindi, il feed si organizzerà mostrando più spesso contenuti relativi a certi argomenti piuttosto che ad altri. Se poi ci sono contenuti che gli utenti non vorranno vedere più, verrà implementata anche la possibilità di nascondere più facilmente i post che danno fastidio o che sono in qualche modo problematici o irritanti. Nell’angolo in alto a destra, infatti, apparirà una piccola X che consentirà di nascondere facilmente il contenuto.

Questa riorganizzazione dell’algoritmo di Facebook ricorda in parte ciò che è avvenuto su Instagram che ha modificato il proprio algoritmo mandando nel panico moltissimi utenti, soprattutto utenti che utilizzavano la piattaforma per entrare in contatto con i clienti o con potenziali nuovi clienti.

Leggi anche: Pensioni, dal 2022 addio a ‘Quota 100’ si torna al regime Fornero

Un algoritmo che decide chi sta più in alto, in base alle preferenze degli utenti, se da una parte sicuramente riduce il “rumore”, dall’altro può impedire di approfondire la conoscenza gli argomenti nuovi o diversi.