Conto corrente, come risparmiare sulle spese in tre mosse

I conti correnti bancari hanno delle spese fisse che incidono sui costi del conto. 3 mosse per abbattere i costi.

(pixabay)

I conti correnti bancari, si sa, comportano dei costi di mantenimento del proprio denaro presso gli istituti bancari. Queste spese variano da contratto a contratto, e spesso sono ingenti a causa di alcune “sviste” da parte del correntista.

Un buon suggerimento generale è di adattare il contratto con l’istituto bancario alle proprie esigenze. Ad esempio, se come consuetudine si effettuano molti pagamenti tramite bonifico bancario, è preferibile scegliere un tipo di accordo con la banca che dia la possibilità di effettuare queste transazioni gratuitamente.

Delle recenti stime di siti che si occupano di finanza hanno rilevato che ad aumentare notevolmente le spese per un conto corrente bancario sono le commissioni sulle transazioni, come ad esempio bonifici o ritiro di contanti presso gli sportelli automatici.

Leggi anche: Cashback, come avere oltre 150€ di rimborso: l’ultimo trucchetto

Tre consigli su come risparmiare sulle spese dei conti correnti

Offerta lavoro banca
(pixabay)

I consulenti del sito proiezionidiborsa.it hanno elencato tre suggerimenti utili per abbattere le spese sul proprio conto corrente bancario.

La prima strategia consiste nello scegliere un conto corrente online. Come tutto il resto degli acquisti, anche l’apertura di un conto corrente ha dei prezzi concorrenziali sul web. Quindi si consiglia di valutare il contratto che offra delle spese di mantenimento più basse. Il sito proiezionidiborsa.it stima che in questo modo si potrebbero pagare circa 13 euro annuali a fronte dei 130 di un conto tradizionale.

Il secondo suggerimento è di non tenere sul conto una cifra eccedente ai 5.000 euro. Si consiglia di investire il denaro in azioni, assicurazioni etc. per evitare di pagare la tassa di bollo annuale pari a 34,20 euro.

Leggi anche: 10eLotto: un artigiano vince una cifra incredibile con soli 2 euro

Gli ultimi due suggerimenti sono delle accortezze necessarie da parte del correntista: eliminare gli estratti conti cartacei e non andare mai in rosso con il conto. In tutti e due i casi si pagano delle tasse che alla fine dell’anno pesano non poco sulle spese totali.