Pensioni, date e trattenute per maggio: i dettagli

Pensioni, ecco lo scenario in vista di maggio per i pensionati italiani. Tutti i dettagli 

mani di donna in pensione

Le trattenute Irpef, più tutte le addizionali regionali e comunali relative allo scorso anno, ci saranno anche per le pensioni di maggio per molti italiani. Ciò avviene in tutti quei casi in cui, dal punto di vista fiscale, sia avvenuto un conguaglio negativo per quanto riguarda l’anno precedente. A quel punto scattano delle trattenute al fine di ribilanciare il quadro. Ed è esattamente quel che sta accadendo per molti pensionati, i quali si ritroveranno quindi un accredito leggermente inferiore anche per il prossimo mese.

Leggi anche: Pensioni, l’Inps offre prestiti agevolati tramite le banche

Pensioni, calendario e trattenute per maggio 

Bonus cultura
Banconote (Pixabay)

Lo scenario, come ormai noto, è suddiviso in due schemi. Da una parte ci sono le pensioni con importo superiore ai 18.000 annui, per le quali, in caso di debito, ci sarà un recupero fino a novembre. Dall’altra ci sono le pensioni che vanno al pari o oltre il tetto dei 18.000 euro, caso in cui, qualora ci sia un debito, è stato già applicato il primo marzo scorso con azzeramento delle cedole.

Per il resto, come ormai è d’abitudine da inizio emergenza sanitaria, anche in questo caso sarà possibile ottenere la pensione in anticipo presso gli uffici di Poste italiane. Bisogna però tenere da riferimento il calendario relativo alle iniziali dei cognomi: si inizierà per esempio il 26 aprile con le lettere che vanno dalla A alla C. Seguirà poi il 27 aprile con l’ordine che va dalla D alla G e il 28 dalla H alla M. Il 29 aprile e il 30 aprile, infine, ci sarà spazio dalla N alla R e poi dalla S alla Z.