Covid, l’allarme: in Italia arrivata la variante che resiste ai vaccini

Covid, scatta l’allarme per un primo caso in Italia di una variante che sembra resiste anche ai vaccini. La preoccupazione degli esperti

Variante Covid
Pendolari metro (Pixabay)

L’emergenza Covid non conosce soste in Italia. Il bollettino del 21 aprile mostra ancora una situazione abbastanza complicata in quanto a contagi e decessi. Il bollettino del ministero della Salute ha evidenziato altri 13.844 casi di positività su 350mila tamponi e 364 decessi. Numeri che non inducono certo all’ottimismo nonostante il tasso di positività al 3,95% sia in leggero calo rispetto ai giorni precedenti.

La chiave per uscire dalla crisi resta quella delle vaccinazioni. E’ evidente, come confermano i dati dalla Gran Bretagna e da Israele, che con una massiccia campagna, a prescindere dalla casa farmaceutica scelta, il risultato resta evidente. Solo implementando le vaccinazioni e dando una svolta decisa alle somministrazioni di dosi che si potrà arrivare ad uscire dall’emergenza.

Leggi anche: Imma Pirone, l’altro lavoro dell’attrice di Un posto al Sole vi sorprenderà

Ma nelle ultime ore gli scienziati ed esperti hanno lanciato un nuovo allarme. Che spaventa la popolazione anche italiana. In quanto ci sarebbe una variante del Coronavirus che resisterebbe alle vaccinazioni.

Covid, in Italia una variante che resiste ai vaccini

Variante Covid
Vaccino Covid (Pixabay)

A dare questa comunicazione è stata la dottoressa Maria Rita Gismondo, che durante la puntata di “Di Martedì” ha parlato prima delle vaccinazioni nel nostro paese. Affermando che bisogna dare una forte accelerata alla campagna vaccinale, proteggendo in un primo momento tutti i soggetti a rischio. Per poi passare rapidamente al resto della popolazione.

Solo in questo modo si potrà parlare di uscita dalla crisi. Anche se contestualmente si dovranno anche implementare sempre maggiori terapie e cure che possano bloccare il virus nei pazienti contagiati e soprattutto in quelli gravi. Ma nel corso del suo intervento la dottoressa ha anche parlato di rischio varianti.

Leggi anche: La Nutella compie 57 anni: auguri alla crema spalmabile più amata nel mondo

Con quella nigeriana che addirittura sarebbe resistente ai vaccini a differenza di quella inglese che verrebbe intercettata. Un paziente positivo alla variante nigeriana sarebbe ricoverato al Sacco di Milano. Notizia che non rassicura affatto in un momento delicato dove tra l’altro il governo sta progettando le riaperture.