Monete da 2€, sapete di chi è il volto sul retro?

Monete da 2€, vi siete mai chiesti di chi sia il volto sul retro? Molti lo riconoscono nell’immediato, ma c’è anche chi non ci riesce… 

Screenshot Youtube

Ma chi sono i personaggi, o quali sono le strutture o i paesaggi, rappresentati sulle varie monete e banconote? Diciamoci la verità: che sia da bambini o da adulti, ce lo siamo chiesti tutti almeno una volta. Ormai tali rappresentazioni appartengono in tutto e per tutto alla nostra quotidianità, tuttavia sorge spesso il dubbio a proposito della vera natura di quella rappresentazione. Perché, poi, sono stati scelti proprio loro? 

Leggi anche: Monete rare, questo 2€ vale 2.500 euro: controlla subito!

Moneta da 2€, ecco chi è rappresentato sul retro 

Screenshot Youtube

E’ il caso, per esempio, della moneta da 2 euro. Sapete di chi si tratta? Facile, in fondo: Dante Alighieri. In molti lo avranno riconosciuto senza troppe difficoltà data la corona sul capo e quella forma riconoscibile di naso e mento. In fondo, non poteva che esserci un maestro come lui rappresentare l’Italia.

Tale scelta è stata effettuata da una commissione tecnico-artistica nazionale al momento di scegliere i simboli da apportare sulle nuove monete in vista del cambio lira-euro. Il verdetto, tuttavia, è stato solo preliminare. Perché successivamente sono stati direttamente gli italiani a scegliere il simbolo attraverso una votazione tenutasi in una trasmissione di Rai 1.

Così ecco che ne è stato inserito il poeta toscano dipinto da Raffaello nelle stanze di Giulio II nei Palazzi Vaticani. Tuttavia spesso ci capita anche di avere tra le mani un’altra versione del 2€: quella che rappresenta un’aquila sul retro. In questo caso, si tratta della moneta tedesca il cui simbolo rappresenta da sempre la sovranità tedesca. Disegnato da Heinz e Sneschana Russewa-Hoyer, spesso vi si trova anche una scritta che tradotto significa “concordia e giustizia e libertà”.