Quota 100 terminerà nel 2021: le ipotesi alternative

Quota 100 scade nel 2021. Nel 2022 non verrà rinnovato. Si paventano alternative quali la Quota 102

pensione
(pixabay)

Quota 100 è una sperimentazione previdenziale che a fine anno compirà 3 anni, la data preventivata di fine vita. Rispetto a 3 anni fa lo scenario socio-politico-economico è mutato. L’avvento della pandemia ha modificato gli equilibri preesistenti. Le priorità governative si sono spostate sul contrasto dell’emergenza, e ben poco spazio è rimasto per la progettazione a lungo termine. Nel frattempo c’è stato un cambio di esecutivo: da Conte II a Draghi I.

Di recente il Ministro Orlando ha ammesso tra le righe che la riforma pensionistica non è in cima alle priorità governative. Lo sono invece gli ammortizzatori sociali.

La Quota 100, che permetteva di andare in pensione anticipata con 62 anni di età + 38 di contributi, non verrà rinnovata per il 2022. Questo è un dato di fatto. In che modo si accederà ad una pensione anticipata è ancora mistero.

La possibilità del prepensionamento non solo dà la possibilità ad un lavoratore di ritirarsi, ma offre anche l’opportunità di effettuare un ricambio generazionale delle mansioni lavorative.

Ma facendo due conti pensione anticipata equivale ad un esborso maggiore per lo Stato: “in queste condizioni sarebbe per lo meno imprudente consentire un pensionamento tipo quota 100 con solo 62 anni di età o come Opzione donna con 58/59 anni considerando un’aspettativa di vita prossima agli 86 anni per le donne e circa 27 anni o più di pensione”. Questa è una dichiarazione di Alberto Brambilla, Presidente itinerari previdenziali, durante un’invervista rilasciata al Corriere della Sera.

Leggi anche: Buoni fruttiferi postali, come conoscere in anticipo il guadagno 

Le soluzioni alternative

pensione
(pixabay)

Per progettare le soluzioni alternative a Quota 100 il governo parte da uno scenario futuribile, con vaccinazioni terminate a luglio 2021 e ripresa delle attività turistiche ed alberghiere. Se questi presupposti saranno soddisfatti inizierà una fase di recupero del debito, e parte di quel denaro potrà essere investita nelle pensioni anticipate.

Leggi anche: Pensioni Inps, 55 giorni per concludere le pratiche sulle pensioni

Al momento, l’alternativa più gettonata è la Quota 102, cioè 38 anni di contributi con 64 anni di età. Ma sono ancora ipotesi, si attendono conferme.