Pensioni, l’Inps offre prestiti agevolati tramite le banche

Anche i pensionati potranno richiedere dei prestiti. L’Inps offre la possibilità di un credito agevolato tramite banche e finanziarie.

prestito
(pixabay)

La terza età non equivale più a fine vita. Complice l’innalzamento della vita media e la pensione anticipata, buona parte dei neo-pensionati sono individui dinamici e desiderosi di sfruttare l’età pensionabile come opportunità per togliersi delle soddisfazioni.

Viaggi, acquisti di mobili, immobili, autovetture: gli over 60 sono possibili consumatori al di sopra della media.

In più, con l’avvento della crisi economica e l’incedere della precarietà, i pensionati sono diventati una fascia di reddito appetibile anche per le banche.

Per questo motivo Inps ha deciso di stipulare un accordo con alcuni istituti di credito convenzionati, al fine di fornire prestiti agevolati per i propri pensionati.

Leggi anche: Riforma fiscale, ecco le linee guida di Draghi 

Come funziona il prestito agevolato per i pensionati

prestito
(pixabay)

L’Inps offre in questa convenzione tassi di interesse bassi, al di sotto della media degli altri istituti di credito. Stipulando un accordo con le banche, Inps ha potuto fornire quest’iniziativa che agevola la terza età.

In questa trattativa l’Istituto di Previdenza sociale funge solamente da intermediario: ad elargire materialmente il denaro sono le banche, ma le condizioni degli accordi sono quelle stipulate con l’Inps.

La restituzione del prestito sarà detratta mensilmente dalla pensione, in quota non superiore a 1/5 dell’importo totale; la legge stabilisce 1/5 come porzione massima che può essere sottratta ad un trattamento pensionistico.

Anche i familiari del pensionato sono tutelati: accanto al prestito la convenzione prevede una polizza assicurativa. In caso del decesso del pensionato, la polizza andrà a coprire le rimanenze del debito.

Leggi anche: Pensioni Inps, 55 giorni per concludere le pratiche sulle pensioni

Per consultare la lista degli istituti di credito convenzionati ed avere maggiori informazioni bisogna effettuare una ricerca sul sito dell’Inps.