Concorso esercito: aperte 4.000 posizioni. Ecco come candidarsi 

Concorso esercito in Italia: il Ministero della Difesa ha aperto un bando per 4.000 posizioni. Ecco tutti i dettagli 

Foto Pixabay

Nuovo concorso per l’esercito italiano: sono disponibili 4.000 posti per il reclutamento di volontari. La domanda relativa al primo blocco, per l’esperienza di un anno, andrà presentata entro l’8 maggio 2021 per i nati dall’8 maggio 1996 all’8 maggio 2003 compreso gli estremi. Per il secondo la richiesta andrà invece inoltrata al massimo per il 30 giugno 2021 ed è alida per i nati dal 30 giugno 1996 al 30 giugno 2003.

Leggi anche: Concorso per 2.800 tecnici al Sud Italia: come funziona, requisiti e domanda

Concorso Esercito: si cercano 4.000 volontari

Foto Pixabay

Sono 12 i requisiti richiesti per poter accedere, iniziando ovviamente dalla cittadinanza italiana, dall’età compresa dai 18 ai 25 anni e dal godimento di diritti civili e politici oltre che una fedina penale pulita. Bisogna essere inoltre in possesso del licenza media, godere di condotta incensurabile, non essere stati sottoposti a misure di prevenzione e non essere stati licenziati da una Pubblica amministrazione per questioni disciplinari.

E’ necessaria poi l’idoneità psico-fisica, non avere precedenti o abitudini attuali con alcool o stupefacenti e non bisogna essere già in servizio come volontari presso le Forze Armate. Inoltre è fondamentale “non aver tenuto comportamenti nei confronti delle istituzioni democratiche che non diano sicuro affidamento di scrupolosa fedeltà alla Costituzione repubblicana e alle ragioni di sicurezza dello Stato”.

Il 10% dei posti, come si legge nell’annuncio, sarà riservato alle seguenti categorie: diplomati presso le Scuole Militari; assistiti dell’Opera Nazionale di Assistenza per gli Orfani dei Militari di Carriera dell’Esercito; assistiti dell’Istituto Andrea Doria, per l’assistenza dei familiari e degli orfani del personale della Marina Militare; assistiti dell’Opera Nazionale Figli degli Aviatori; assistiti dell’Opera Nazionale di Assistenza per gli Orfani dei Militari dell’Arma dei Carabinieri e figli di militari deceduti in servizio.

Come candidarsi e suddivisione dei bandi

La domanda andrà presentata sul sito concorsi.difesa.it nell’apposita sezione “Volontari in ferma prefissata di un anno (VFP 1) nell’Esercito Italiano”. Ecco come verranno divisi i due blocchi:

a) 1° blocco, 2.000 posti di cui:
– 1.907 per incarico principale che sarà assegnato/a dalla Forza Armata;
– 20 per incarico principale “Elettricista Infrastrutturale” (al termine della fase basica di formazione prevista per i VFP 1);
– 20 per incarico principale “Idraulico Infrastrutturale” (al termine della fase basica di formazione prevista per i VFP 1);
– 20 per incarico principale “Muratore” (al termine della fase basica di formazione prevista per i VFP 1);
– 20 per incarico principale “Falegname” (al termine della fase basica di formazione prevista per i VFP 1);
– 10 per incarico principale “Fabbro” (al termine della fase basica di formazione prevista per i VFP 1);
– 3 per incarico principale “Meccanico di mezzi e piattaforme” (al termine della fase basica di formazione prevista per i VFP 1).
La domanda di partecipazione può essere presentata dal 9 aprile 2021 all’8 maggio 2021, per i nati dall’8 maggio 1996 all’8 maggio 2003, estremi compresi;

b) 2° blocco, 2.000 posti di cui:
– 1.907 per incarico principale che sarà assegnato/a dalla Forza Armata;
– 20 per incarico principale “Elettricista Infrastrutturale” (al termine della fase basica di formazione prevista per i VFP 1); – 4 –
– 20 per incarico principale “Idraulico Infrastrutturale” (al termine della fase basica di formazione prevista per i VFP 1);
– 20 per incarico principale “Muratore” (al termine della fase basica di formazione prevista per i VFP 1);
– 20 per incarico principale “Falegname” (al termine della fase basica di formazione prevista per i VFP 1);
– 10 per incarico principale “Fabbro” (al termine della fase basica di formazione prevista per i VFP 1);
– 3 per incarico principale “Meccanico di mezzi e piattaforme” (al termine della fase basica di formazione prevista per i VFP 1);