Bonus scuola, 1.000 euro per l’acquisto di un defibrillatore

Sono messi a disposizione 1.000 euro per ogni scuola che acquista un defibrillatore. Una misura per la sicurezza di studenti e personale scolastico.

bonus
(pixabay)

Il Governo Conte II, sotto la spinta dell’ex Ministro dell’Istruzione Lucia Azzolina, ha introdotto il bonus per le scuole che acquistano un defibrillatore. Lo scoso 25 marzo, con la nota n°7144, il MIUR fa partire l’erogazione finanziaria del bonus 1.000 euro.

La cifra messa a disposizione, con consenso unanime della Camera, si aggira intorno ai 10 milioni di euro. Questa misura è importante per la lotta alle patologie cardiache.

La scuola è un ambiente multiforme, frequentato da individui di tutte le età che, per doveri didattici o lavorativi, devono passare molte ore all’interno dell’istituto.

Non solo gli over 40 sono interessati dalle malattie cardiache. Anche i giovani, senza saperlo, possono avere qualche malformazione all’apparato circolatorio che si può palesare durante le attività che richiedono sforzo fisico, come la ginnastica.

Leggi anche: Bonus cultura: ecco come utilizzare il buono da 500 euro su Amazon

Il defibrillatore nelle scuole

defibrillatore
(pixabay)

Il defibrillatore è uno strumento salvavita di primo soccorso. Con l’insorgere di una crisi cardiaca, si devono posizionare due elettrodi, uno a destra ed uno a sinistra del cuore. Il defibrillatore, se registra alterazioni nella frequenza cardiaca, emette una scarica elettrica che azzera il battito per ristabilirne il ritmo normale.

Esistono 4 tipi di defibrillatori: manuale, automatico esterno, automatico interno e semiautomatico esterno. Ovviamente richiedono un minimo di competenza per essere utlizzati.

Il bonus da 1000 euro può essere erogato anche alle scuole che possiedono già un defifrillatore, allo scopo di rinnovare l’attrezzatura.

Leggi anche: Sim clonata: hacker svuotano il conto corrente di una donna

Anche i corsi di formazione per il personale su come utilizzare l’apparecchio possono essere finanziati dal bonus statale. Per accedere a questo incentivo salvavita il dirigente scolastico dovrà farne formale richiesta.