Vaccini Covid venduti sul dark web: scoperta choc, le cifre

Vaccini Covid in vendita sul dark web: scoperta choc della Procura di Milano. Ecco come funzionava la rete e i prezzi per il medicinale 

Foto Pixabay

Choc in Italia: vaccini anti Covid-19 in vendita sul dark-web. La Guardia di Finanza ha infatti sequestrato due canali Telegram proiettati alla vendita illegale del medicinale con più di 4.000 iscritti. La chat presentava offerte relative a dosi di varie tipologie di vaccini, da AstraZeneca, passando per Pfizer e infine anche Moderna: ogni dose per 155 euro.

Altrimenti era possibile aderire a un ‘pacchetto completo’ il quale presentava incredibilmente uno stock di 800 pezzi venduti al prezzo totale di 20.000 euro. Il venditore garantiva anche la più totale sicurezza e anonimato per l’affare che presentava anche fiali del richiamo nell’offerta.

Leggi anche: Multe Covid, come si possono contestare e fare ricorso

Vaccini Covid in vendita sul dark web: la scoperta 

L’app, tuttavia, funzionava solo da veicolante per l’acquisto finale. Una volta pattuito cifre e dettagli, gli interessati venivano direttati nei marketplaces dove poter pagare unicamente in criptovalute. E’ stata la Procura di Milano con l’ausilio del Nucleo Speciale Tutela Privacy e Frodi Tecnologiche della Guardia di Finanza a scoprire il tutto. Tuttavia le indagini sono ancora in corso e al momento, oltre all’aver individuato i due canali, ancora non ci sono grosse novità a proposito dei responsabili.

Leggi anche: Inchiesta Covid in Sicilia, Federconsumatori: “Un attentato alla salute”

La beffa è che chiunque abbia provato a muoversi per queste vie pur di eludere il sistema e non aspettare il proprio turno per immunizzarsi, ha rischiato una mega truffa o peggio ancora la salute a causa di medicinale mal conservato e gestito o addirittura contraffatto. In alternativa, questi presunti vaccini potrebbero risultare comunque inefficaci di fronte al coronavirus.