Superbonus 110, proroga alla scadenza per la presentazione delle spese 2020

La data di scadenza per la presentazione delle spese comprese nel Superbonus 110 è stata prorogata. Lo comunica l’Agenzia delle Entrate.

bonus
(pixabay)

Il Superbonus 110 è un incentivo che è stato oggetto di molte pagine web durante tutto il 2020. Non era chiaro quali lavori di ristrutturazione fossero beneficiari del maxisconto del 110%. Alla fine si è capito che a usufruire di questo incentivo sono principalmente i condomini che hanno apportato un miglioramento energetico minimo di 2 classi.

Le spese per le suddette migliorie sono ingenti. Il maxi-sconto avviene tramite detrazione fiscale nell’arco di 5 anni, con un 10% in più rispetto all’importo investito (da qui, bonus 110), ma non tutti i cittadini possiedono denaro contante per sostenere i costi. Il “Decreto Bilancio” con cui questo Bonus è stato introdotto, ha inserito la possibilità di cessione a terzi delle spese.

Gli istituti di credito e le imprese che effettuano i lavori possono acquisire l’onere delle spese in vece del cittadino, anticipando il denaro e recuperando la somma dallo Stato con quel 10% in più.

Le spese incluse nel Superbonus, valide fino al 31 dicembre 2020, devono essere ampiamente documentate. I professionisti del settore contabile ed i CAF provvedono all’inserimento dei dati nel fascicolo aperto per usufruire del Bonus 110. Il Decreto Bilancio aveva stabilito il 31 marzo come scadenza per la compilazione delle spese per il bonus.

Leggi anche: Riforma pensioni, secondo Orlando non è la priorità

La proroga dell’Agenzia delle Entrate

conti
(pixabay)

L’Agenzia delle Entrate, con un comunicato stampa datato 31 marzo 2021, ha prorogato la scadenza per la presentazione delle spese Superbonus al 15 aprile. La radice del differimento sta nello slittamento al 10 maggio come data ultima per la presentazione della dichiarazione dei redditi. A cascata, anche la scadenza per gli incartamenti del superbonus è stata spostata.

L’Agenzia delle Entrate dichiara che “con il Provvedimento in oggetto l’Agenzia concede un lasso di tempo maggiore agli operatori economici per la predisposizione e la trasmissione delle comunicazioni delle opzioni relative alle spese sostenute nel 2020”.

Leggi anche: Deliveroo, esordio da incubo in borsa. Crolla il prezzo delle azioni

La scadenza del 15 aprile è valida anche per presentare richieste di annullamenti o comunicazioni sostitutive.