Bonus cultura, 500 euro per i nati nel 2002: la domanda

Dal 1 aprile 2021 sarà possibile inoltrare la domanda per il bonus cultura. Tutti i nati nel 2002 potranno farne richiesta. Requisiti ed accesso.

libri
(pixabay)

Per il quinto anno consecutivo i 18enni potranno usufruire del bonus cultura. Questo incentivo statale è finalizzato a contribuire all’accrescimento culturale dei giovani attraverso l’acquisto di libri e biglietti per eventi istruttivi.

“Il bonus in questione è un’iniziativa di successo e rappresenta nel contempo un investimento importante, che in questi anni ha visto crescere sia il volume dei giovani iscritti, arrivati a quasi 1,6 milioni, sia i fondi spesi, che hanno superato i 730 milioni di euro. Risorse significative tanto più in questo momento di emergenza”. Il Ministro della Cultura Dario Franceschini sottolinea con orgoglio l’importanza di questa iniziativa tutta italiana.

Dalle ore 12 del 1° aprile 2021 tutti i nati nel 2002 potranno registrarsi al sito www.18app.it. Per accedere al bonus di 500 euro è necessario possedere lo Spid, il servizio di identificazione digitale. I 500 euro potranno essere spesi per l’acquisto di libri, ingressi a cinema, teatro, danza, parchi archeologici e musei. Sono comprese nel bonus le spese per corsi di lingua, musica e prodotti editoriali. Da quest’anno sono stati introdotti nella lista anche gli abbonamenti ai quotidiani, sia cartacei che digitali.

Leggi anche: Come non pagare il canone Rai: esenzioni e scadenze

Stephen King elogia l’iniziativa italiana

Il celebre autore Stephen King negli anni si è speso a scrivere romanzi di successo per giovani e meno giovani. La sua colezione editoriale comprende anche libri di supporto culturale, come ad esempio “On writing”, un saggio autobiografico su letture consigliate dall’autore e sul metodo si scrittura appropriato per elaborare un romanzo.

Leggi anche: Netflix, il catalogo di aprile: sorpresa a fine mese

In un tweet dello scorso 19 marzo Stephen King elogia l’iniziativa italiana del bonus cultura per i giovani, attribuendole il meriti di essere uno strumento di civilizzazione. Se lo dice Stephen King, si possono solo che alzare le braccia.