Antonio Conte truffato: il Tribunale conferma il sequestro milionario

Antonio Conte, arrivata la conferma del provvedimento giudiziario da parte del Tribunale del Riesame nei confronti di Massimo Bochiccio

Truffa Antonio Conte
Aula di Tribunale (Foto Pixabay)

Il Tribunale del Riesame di Milano ha confermato il sequestro milionario nei confronti di Massimo Bochiccio, il presunto consulente finanziario accusato di aver truffato varie persone. Tra queste c’è anche l’allenatore dell’Inter.

L’accusato dal 2011 avrebbe raccolto attraverso le sue società (Kidman Asset Management e Tiber Capital) delle somme ai danni dei suoi clienti che poi avrebbe reinvestito in paesi come Hong Kong Emirati Arabi e Singapore promettendo alti rendimenti oltre alla massima riserbatezza nelle operazioni da lui condotte. Un raggiro che è stato scoperto dalle forze dell’ordine che hanno provveduto al sequestro dei suoi beni.

Leggi anche: Cosa fa adesso Raffaella Fico? Interessi e guadagni della showgirl

Le operazioni sono state eseguite dal Nucleo di polizia economico-finanziaria della Guardia di Finanza nel mese di febbraio scorso. Nella sua pronuncia del Tribunale del Riesame ha confermato il sequestro nei confronti del broker, con l’accusa di riciclaggio di danaro dei suoi clienti.

Antonio Conte truffato: confermati i sequestri milionari a Bochiccio

Truffa Antonio Conte
L’allenatore dell’Inter Antonio Conte (Screenshot Instagram)

Antonio Conte è solo uno dei personaggi famosi truffati da Massimo Bochiccio. Il Tribunale del Riesame di Milano ha confermato il sequestro di beni per 10,9 miliardi di euro nei suoi confronti. Un patrimonio immenso che comprende non solo immobili di assoluto valore ma anche pezzi pregiatissimi come un vaso di Picasso ma anche la cifra di un milione di euro in conti correnti e polizze.

Nel suo operato l’accusato avrebbe omesso controlli antiriciclaggio tentando degli investimenti definiti dalle forze dell’ordine “ad alto rischio”. Un danno per i clienti che sono stati raggirati dalle sue manovre. Come detto tra queste persone figura il nome dell’attuale allenatore dell’Inter.

Leggi anche: Pensione di reversibilità, previsti tagli del 50% sugli assegni

Bochiccio è un personaggio famoso anche nell’ambiente sportivo. Infatti tra i suoi clienti figura anche il nome di Marcello Lippi. L’ex CT della Nazionale Italiana di Calcio non rientra tra gli indagati. Una brutta storia che tocca solo in parte il mondo dello sport e del calcio.