Congedo parentale: novità per genitori con figli in Dad

Importanti novità per quanto concerne il congedo parentale per i genitori con i figli che stanno proseguendo la didattica a distanza.

Congedo parentale
Famiglia (Foto Pixabay)

Il congedo parentale è stato uno strumento preziosissimo per le famiglie italiane. Negli ultimi 12 mesi sono state veramente poche le settimane in cui i bambini sono andati a scuola. A causa di questa maledetta pandemia, nella gran parte dei casi si è scelto di proseguire le lezioni in didattica a distanza.

Questo ha richiesto, inevitabilmente, l’ausilio e la presenza dei genitori. Per chi normalmente durante l’orario scolastico è a lavoro, l’unico modo per stare vicino ai propri figli è stato quello di affidarsi al congedo parentale. In questo modo è stato possibile percepire almeno il 50% di indennità. La situazione economica del nostro paese, e non solo, è estremamente complessa.

Leggi anche: Trovate tracce di piombo in un vino bianco italiano: ritirato

Congedo parentale per figli in Dad: come funziona

Congedo parentale
Famiglia (Foto Pixabay)

I lavoratori con figli fino a 14 anni che sono costretti alla quarantena, o perchè positivi al Covid o perchè rientranti nella catena dei contatti di un positivo, o in Dad che non hanno la possibilità di lavorare in smart working possono richiedere all’Inps il congedo parentale vedendosi riconosciuto il diritto del 50% dello stipendio, specificando la causale Covid.

Questa misura, ad onor del vero, era entrata in vigore già dallo scorso 13 marzo ma è stata prorogata dal Governo Draghi fino al 30 giugno. Nel caso in cui i figli avessero un’età compresa tra i 14 e i 16 anni il congedo può essere richiesto al datore di lavoro, in questa circostanza non è prevista retribuzione ma la sicurezza che il posto di lavoro resterà disponibile al rientro.

Leggi anche: Triplice truffa online, arrestato 36enne nella provincia di Lucca

Per poter usufruire del congedo parentale sarà necessario presentare apposita domanda. In tal senso viene in nostro supporto il sito dell’INPS che avrà una sezione dedicata proprio a questa specifica richiesta, in modo da facilitare il compito dei genitori che sono in possesso dei requisiti necessari.