Calcio, Tebas: “La Serie A deve diventare un mercato competitivo”

Javier Tebas riferisce la sua opinione sui diritti TV italiani. 

calcio
(pixabay)

Si torna a parlare di nuove tecnologie. Il campo di applicazione è molto vasto, perché le innovazioni tecnologiche conducono il gioco in molti settori lavorativi ed imprenditoriali, e stare al passo è un dovere.

Anche il settore sportivo è coinvolto nell’accelerazione tecnologica, specialmente per ciò che riguarda le telecomunicazioni. Una scelta vincente nella diffusione di un evento sportivo corrisponde ad un giro di denaro incredibile: abbonamenti, sponsor etc.

Il campionato di calcio italiano è da tempo visibile su Sky. La lega italiana calcio di recente ha inserito anche DAZN come azienda di streaming per la diffusione del campionato.

Javier Tebas, presidente della Liga Nacional de Fútbol Profesional è stato intervistato dall’ANSA a proposito dell’espansione dei diritti del campionato italiano anche a DAZN. “L’offerta di DAZN può portare la Serie A a riaprire un mercato competitivo che non si vedeva da tempo e gettare le basi per il futuro”.

Leggi anche: Offerta di lavoro: tantissime posizioni in tutta Italia. Come candidarsi 

Tebas: le OTT sono il futuro

calcio
(pixabay)

Il presidente della Liga spagnola ribadisce la sua fiducia nelle nuove tecnologie e la necessità di investire nello streaming e nei sistemi di telecomunicazione integrati. “Il mondo della TV satellitare ha fatto il suo tempo, non è più il modello su cui costruire. Andare in questa direzione, secondo me, sarebbe pericoloso”.

Le OTT sono le aziende Over-The-Top che forniscono attraverso Internet servizi e contenuti. Le piattaforme streaming rientrano in questa categoria.

Leggi anche: DL Sostegni, approvato il condono fiscale in misura ridotta

Ai microfoni dell’ANSA Tebas ribadisce la necessità dell’utilizzo di questi strumenti tecnologici, che sono la modernità e dei quali il calcio non può fare a meno.