Truffa corriere, attenzione se dovesse arrivarvi quest’email 

Truffa corriere, massima attenzione se dovesse giungervi un tale messaggio via email. Allarme in Italia per l’ultimo tentativo di frode 

Truffa, attenzione ai buoni Esselunga che arrivano su WhatsApp
Truffa, attenzione ai buoni Esselunga che arrivano su WhatsApp (foto: pixabay)

Continuano a dilagare le truffe on line, con le caselle email che restano il principale bersaglio dei malintenzionati. A tal proposito l’ultimissima segnalazione giunge da una presunta email della BRT, nota azienda italiana operativa nel settore del trasporto merci, che ha come scopo quello di ottenere i dati sensibili della vittima. Il testo presenta un sollecito di pagamento non dovuto, il che, ovviamente, manda subito in ansia e in confusione il destinatario colto di sorpresa.

Leggi anche: Amazon, mossa storica da 1 miliardo di euro: i dettagli

Truffa corriere, il messaggio da cui diffidare 

email
(pixabay)

Si tratta dunque dell’ennesimo caso di pshishing in Italia, con tanto di pseudo fattura che aumenta la credibilità della trappola già piuttosto ampia in virtù del logo dell’azienda e un messaggio apparentemente perfetto. Per chi non ha una certa cultura digitale, o per chi in quel momento dovesse essersi distratto, cadere nel tranello è anche piuttosto semplice.

Il messaggio presenta come al solito un link cliccabile per visualizzare la fattura o un file excel da scaricare. In entrambi casi il gioco è fatto: accedendovi, l’email comporterebbe un virus sul computer che capterebbe tutti i vostri dati sensibili.

Leggi anche: Digitale terrestre, cambio canali in 5 regioni italiane

L’invito è di diffidare sempre rispetto a certi tipi di messaggi, soprattutto se caduti nella sezione ‘spam’. Un indizio per capire che si tratta di un inganno, inoltre, è quando vi è un link collegabile in cui è richiesto di accedere per continuare a capire il sollecito. I link segnalati, inoltre, dovranno sempre presentare l’inizio con ‘https’ e non ‘http’: il primo, a differenza del secondo, indica una connessione protetta.