Truffa, attenzione ai buoni Esselunga che arrivano su WhatsApp

La truffa corre su WhatsApp. Prestate massima attenzione al messaggio che promette un buono spesa di un finto concorso per il compleanno della catena di supermercati Esselunga.

Truffa, attenzione ai buoni Esselunga che arrivano su WhatsApp
Truffa, attenzione ai buoni Esselunga che arrivano su WhatsApp (foto: pixabay)

Con una nota, la catena di supermercati Nazionale Esselunga ha reso noto che molti utenti WhatsApp hanno ricevuto un finto messaggio che invitava a cliccare su un link per partecipare a un concorso. Si tratta di una truffa.

Leggi anche: Offerta di lavoro: proposto indeterminato da 1.550 euro al mese!

La nuova truffa con il finto concorso Esselunga

Truffa, attenzione ai buoni Esselunga che arrivano su WhatsApp
Truffa, attenzione ai buoni Esselunga che arrivano su WhatsApp (foto: pixabay)

Questa nuova truffa segnalata direttamente da Esselunga rientra negli schemi tipici di quello che viene comunemente definito Fishing. Si tratta di truffe il cui scopo finale è raccogliere i dati personali degli utenti per poterli poi utilizzare per scopi fraudolenti.

In questo ultimo caso è stata la catena di supermercati a rendere noto che gira questo messaggio finto su un concorso a premi. In una nota pubblicata sul proprio sito, Esselunga ha tenuto a precisare questo: “ti ricordiamo che l’invio di tali messaggi esula da ogni possibile forma di controllo da parte di Esselunga e che eventuali concorsi od operazioni a premio promossi da Esselunga vengono diffusi esclusivamente attraverso i canali ufficiali dell’azienda“.

Nel messaggio pubblicato, la catena di supermercati ha anche ricordato come distinguere messaggi autentici da tentativi di truffa. In particolare, sul post pubblicato sul sito ufficiale di Esselunga viene fatto presente di stare molto attenti nel caso in cui vengano offerti buoni spesa di valore eccessivo: per esempio un buono da €500 per la spesa.

Leggi anche: Amazon ferma le consegne in Italia: disagi in arrivo

Se si riceve un messaggio truffa via email, la prima cosa che occorre fare, ricorda sempre Esselunga, è non cliccare nulla ma spostare il cursore sul link che viene indicato. Viene in questo modo visualizzato l’effettivo link cui il messaggio è legato: è chiaro che, un link sul sito ufficiale avrebbe nel suo dominio il nome della catena di supermercato. Se, quindi, nel link non appare il sito ufficiale si tratta chiaramente di un tentativo di phishing.

Difendersi dalle truffe online, via email o via messaggio WhatsApp, sta diventando ogni giorno più complicato e quindi occorre prestare la massima attenzione sempre e non fornire mai i propri dati personali perchè nessun ente, nessuna banca, nessun sito ufficiale, chiede che vengano inseriti dati per qualsivoglia tipo di controlli.