Pensioni, quando si può accedere alla vecchiaia anticipata a 51 anni

Le pensioni di vecchiaia anticipata permettono di smettere di lavorare a 56 anni di età anziché 67. Alcuni cittadini, inoltre, possono accedervi a 51 anni.

Pensioni
Pixabay

La vecchiaia anticipata è una misura pensionistica pensata per i lavoratori con un’anzianità contributiva minima di 15 anni e sotto i 67 anni di età. In particolare, alcuni contribuenti possono accedervi ancora prima.

A poter beneficiare di questa opzione sono le categorie di contribuenti inclusi nelle deroghe Amato, come i lavoratori non vedenti e gli invalidi civili con una percentuale riconosciuta dall’80% secondo le regole fissate dall’Inps.

Anche i lavoratori di categorie specifiche possono usufruire della pensione di vecchiaia anticipata, tra i quali rientrano quelli registrati al Fondo volo, del settore dei trasporti e dello spettacolo, gli sportivi e il comparto Difesa.

Di seguito si analizzerà nel dettaglio il tipo di taglio all’anagrafica di cui hanno diritto i lavoratori non vedenti e gli invalidi civili.

Leggi anche: Inps, alcuni casi in cui si revocano gli assegni delle pensioni

Pensioni, vecchiaia anticipata per alcune categorie di lavoratori

Pensioni
Pixabay

I contribuenti iscritti al Fondo pensioni dipendenti FPLD, in caso di invalidità civile riconosciuta dall’80% in su possono accedere alla pensione di vecchiaia in anticipo. La soglia anagrafica è fissata a 56 anni per le donne e a 61 anni per gli uomini.

Anche i lavoratori non vedenti possono richiedere l’accesso alla pensione di vecchiaia anticipata. A seconda della condizione di salute sarà possibile usufruire di un taglio all’anagrafica differente.

Leggi anche: Pensioni, a Marzo recupero delle imposte sospese

Ad esempio, in caso di presenza di una cecità dalla nascita o nelle situazioni in cui la malattia sia subentrata in una data precedente all’inizio del rapporto assicurativo, si potrà andare in pensione con un’età anagrafica di 51 anni e un’anzianità contributiva pari ad almeno 10 anni. In questo caso è fissata una finestra mobile di 12 mesi.